you reporter

Il caso

Senza lavoro dopo l’infortunio in ditta

L’azienda non ha rinnovato il contratto al 48enne dopo il grave episodio dello scorso anno. Maurizio Beggio di Anguillara Veneta: “Oltre al male, ora sono anche disoccupato”.

Senza lavoro dopo l’infortunio in ditta

22/11/2018 - 17:20

“Sicuramente non tornerò più quello di prima. Resta il rammarico, comunque, che oltre al male attualmente sono anche disoccupato”. Sono le parole di Maurizio Beggio, rilasciate al Tg3 del Veneto nel servizio del 14 novembre scorso.

L’uomo di Anguillara Veneta, comune appena di là dell’Adige, vicino al Polesine, ripete di sentirsi un miracolato. Il 16 novembre dello scorso anno, il bilancino di un carro ponte del peso di 27 quintali si era staccato e gli era caduto addosso mentre lavorava all'interno della zincheria Mita di Conselve, nel padovano.

Aveva riportato fratture alla spalla, ad entrambe le gambe, alle costole, alle vertebre: era rimasto in coma per oltre un mese e da allora ha trascorso 110 giorni in ospedale, tra degenza e riabilitazione.

Il suo contratto però è scaduto il 30 settembre scorso e, nonostante la richiesta del suo avvocato di un rinnovo contrattuale di almeno qualche mese per dargli il tempo di rimettersi, l’azienda non lo ha rinnovato. Ora, a 48 anni, si ritrova disoccupato, con una compagna e due figli a carico.

“Fortunatamente ha salvato la propria vita, ma le conseguenze sono rimaste gravi, importanti”, ha detto al Tg3 Cosimo Damiano Cisternino, l’avvocato di Maurizio Beggio.

Sull'incidente rimane aperto il fascicolo della procura di Padova per lesioni gravissime, quindi l’indagine da parte dello Spisal, ma soprattutto la pratica Inail per l’accertamento dell’invalidità. Maurizio, infatti, è ancora in regime di infortunio Inail.

Contattata sul caso, ieri, l’azienda metalmeccanica ha riferito che non rilascia dichiarazioni.

Maurizio intanto non perde la speranza. “Intanto voglio stare un po’ meglio - ha detto Maurizio al Tg3 - ricominciare la vita normale e trovare subito un lavoro perché i figli sono piccoli e bisogna comunque crescerli”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl