you reporter

La polemica

Al macero 27 quintali di libri, Sgarbi: “Sporgerò denuncia”

Il critico: “Menti malate, sono indignato. Pronto a pagare un tot al chilo per salvarli”. Ma il presidente dell’Accademia si difende: “Dismesse solo opere rovinate o doppie”.

Al macero 27 quintali di libri, Sgarbi: “Sporgerò denuncia”

Una denuncia in procura per il danno creato dalla decisione di buttare 27 quintali di libri. A dirsi pronto a trascinare in tribunale i vertici dell’Accademia dei Concordi è il noto critico d’arte (e deputato) Vittorio Sgarbi. Che ieri, da Roma, è letteralmente trasalito quando è venuto a sapere dell’invio al macero di 27 quintali di tomi da parte dell’istituto culturale di piazza Vittorio. E subito ha preso il telefono e ha chiamato la redazione della “Voce”, “per segnalare - dice - tutta la mia indignazione”.

“Ma come si fa? E’ una notizia incredibile. Ci vogliono delle menti malate per fare una cosa del genere”, prosegue Sgarbi. “Se proprio volevano disfarsi di quei libri - aggiunge - potevano regalarli a qualcuno, o anche metterli in vendita. Degli appassionati, ma anche dei commercianti, si trovano. Mi viene un’infinita malinconia a pensare a tutti quei volumi che prendono la via del macero. E’ una cosa inconcepibile".

"Capisco - aggiunge - che per la biblioteca dei Concordi potessero rappresentare dei doppioni, ma se mi avessero contattato qualche libro lo avrei comprato. Ho letto che sono stati buttati anche i Quaderni del carcere di Gramsci, li avrei presi io, avrei pagato anche 150 euro. Anzi, ditelo chiaramente: sono disposto a pagare un tot al chilo per salvare quei libri”.

La polemica sui libri dell’accademia ieri è montata all’infinito, tanto che il presidente dell’accademia, Giovanni Boniolo ha chiarito: “Dismessi solo volumi rovinati o copie sgualcite. Non scherziamo su queste cose, non abbiamo buttato nulla del lascito di Cibotto. E nessun volume di valore. La nostra è stata una normale operazione che fanno le biblioteche per eliminare materiali in esubero e senza valore, con procedure attente e sicure. Non so chi ha messo in giro false informazioni, c’è gente che ci vuole male, eppure l’Accademia sta facendo tanto per la città. Ma dipingerci come quelli che bruciano i libri è un’assurdità”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Ci sono 4 nuovi contagiati
CORONAVIRUS IN VENETO

Ci sono 4 nuovi contagiati

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl