you reporter

Il personaggio

Francesco, l’astro della trap

Il 16enne di Gaiba si racconta: “E’ iniziato tutto per gioco. Ma adesso non mi fermo: sono pronto a fare un’altra traccia”.

Francesco, l’astro della trap

24/11/2018 - 19:12

Quando si dice avere la musica nel sangue... Francesco Berveglieri è un giovane di Gaiba che sin da bambino divide il suo tempo libero tra amici e musica. Oggi ha 16 anni, vive a Gaiba ed è impegnato nello studio, con ottimi risultati, al liceo scientifico Roiti di Ferrara.

La sua passione per la musica inizia davvero molto presto, quando da piccolino gli regalano una batteria-giocattolo sulla quale inizia a passare i pomeriggi fino a quando, all’età di sei anni, inizia a studiare privatamente gli strumenti a percussione assieme a Iarin Munari, l’ex batterista di Roberto Vecchioni.

Il ritmo, Francesco “Exodia” - questo è il suo nome d’arte - ce l’ha nel sangue e con il passare degli anni come molti coetanei, si è avvicinato alla musica rap e trap. “Quando ho iniziato ad ascoltare questa musica, spesso mi piacevano i testi ma non le basi o le interpretazioni degli artisti - racconta Francesco - un giorno ho deciso di provare a fare io qualche base. Ho iniziato con un programma scarso che nel tempo ho sostituito con altri più professionali, tanto che oggi ho costruito una vera e propria sala di registrazione in casa, che metto a disposizione di cantanti anche di un certo livello”.

La prima canzone alla quale ha lavorato il giovane altopolesano, si intitola “390 piazzale Dante”. Un nome insolito e con una storia tutta particolare: “Si tratta del numero del tram che mi porta a scuola la mattina - racconta il ragazzo - sul quale spesso mi vengono le ispirazioni nel percorrere il tragitto che mi porta verso il liceo che frequento".

"Dopo averla scritta e registrata, l’ho ascoltata più volte e tutto sommato mi sono piaciuto. A quel punto ho pensato di caricarla su Youtube - continua - in pochi giorni ho raccolto quasi mille visualizzazioni e in molti mi hanno chiamato per complimentarsi”.

Sicuramente una bella soddisfazione per Francesco che, galvanizzato da questa inaspettata esperienza, non ha nessuna intenzione di fermarsi. “Ma che fermarsi! - afferma Francesco - quasi quasi ne faccio un’altra”.

Il servizio completo sulla Voce in edicola domenica 25 novembre.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl