you reporter

Costa

Nel ricordo di chi morì in servizio

Il carabiniere perse la vita il 24 novembre nel 1948 colpito da un gruppo di malviventi. Oggi è stato celebrato il 70° anniversario dell’uccisione di Mario Crociani, medaglia d’oro al merito civile.

Nel ricordo di chi morì nel compimento del suo servizio. Si è svolta oggi, in località Dosso, al confine tra Costa e Villanova del Ghebbo, la commemorazione solenne dell’estremo sacrificio del carabiniere Mario Crociani, medaglia d’oro al merito civile, in occasione del 70° anniversario dell’agguato. Un momento organizzato dalle amministrazioni Comunali di Costa di Rovigo, Arquà Polesine e Villanova del Ghebbo.

La funzione religiosa è stata celebrata dal cappellano militare della legione carabinieri del Veneto, don Corrado Tombolan, alla presenza di un “picchetto di carabinieri in armi” del comando provinciale di Rovigo, del vice comandante della legione carabinieri del Veneto, del colonnello Paolo Edera, del vice prefetto Carmine Funcillo, dei sindaci dei Comuni interessati, delle autorità provinciali e delle associazioni combattentistiche e d’Arma della Provincia.

Al termine della funzione religiosa è stata deposta una corona d’alloro al cippo commemorativo eretto sul luogo dell’agguato, distante qualche centinaio di metri dalla cascina dove si è svolta la messa e che fu, all’epoca dei fatti, il luogo dove furono prestati i primi soccorsi ai carabinieri coinvolti nell’agguato.

Molto toccante è stato il momento in cui il poeta Ercoli Manzoli, presidente onorario della biblioteca civica “Manfred B. Buchaster” ha letto due sue opere dedicate alla memoria dell’eroico carabiniere.

L’agguato accadde il 24 novembre del 1948, quando l’appuntato Agostino Mencaroni, il carabiniere Giovanni Bigi e il carabiniere Mario Crociani, al rientro in caserma dopo una perlustrazione, incapparono in una banda di malviventi, ladri di bestiame. I fuggitivi, in possesso della refurtiva, volevano sottrarsi all’identificazione e iniziarono a sparare. Il carabiniere Mencaroni riuscì a rispondere al fuoco mentre Bigi fu gravemente ferito e Crociani perse la vita.

I responsabili dell’agguato vennero successivamente identificati e definitivamente condannati dalla corte d’assise di Appello di Venezia il 13 maggio 1954. Il 27 novembre 1949 il Comune di Costa di Rovigo inaugurò un cippo commemorativo sul luogo dell’agguato. Il 27 settembre 2012 il presidente della repubblica conferì alla memoria del carabiniere Mario Crociani la medaglia d’oro al merito civile.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl