you reporter

ROVIGO

Baldetti, numero legale in bilico

I consiglieri di Obiettivo Rovigo Carmelo Sergi e Luca Paron hanno già motivato la loro assenza e sono assenti giustificati. Matteo Zanotto, fuoriuscito dalla Lega e Fabio Benetti, non sono presenze assicurate, come anche Daniela Goldoni, Simone Dolcetto e Alberto Borella, da tempo spina al fianco della maggioranza.

Baldetti, numero legale in bilico

27/11/2018 - 21:30

E’ convocata per oggi alle 18 la commissione urgente che discuterà della variazione di bilancio 2018-2020 per destinare l’avanzo libero 2017 pari a 1.136.421,04 milioni all’accordo con Unipol per chiudere la partita del polo natatorio.

La giunta Bergamin ha approvato nei giorni scorsi ha approvato le due delibere necessarie alla chiusura del caso Baldetti. Ma ora la palla passa ai consiglieri comunali, che con tutta probabilità non garantiranno il numero legale nella seduta di domani, convocata per le 19.

I consiglieri di Obiettivo Rovigo Carmelo Sergi e Luca Paron hanno già motivato la loro assenza e sono assenti giustificati. Matteo Zanotto, fuoriuscito dalla Lega e Fabio Benetti, non sono presenze assicurate, come anche Daniela Goldoni, Simone Dolcetto e Alberto Borella, da tempo spina al fianco della maggioranza.

Non a caso l’appello del sindaco dei giorni scorsi era rivolto all’aula per intero: “I consiglieri dovranno decidere - ha detto - se il Comune dovrà proseguire a cercare un accordo con Unipol per evitare di dare seguito al decreto ingiuntivo di oltre sei milioni di euro. Dovranno decidere se la somma di oltre un milione di euro dovrà essere inserita nel fondo rischi proprio in vista di questo accordo”.

Probabilmente, dunque, si andrà in seconda battuta, venerdì sempre alle 19, quando il numero di consiglieri richiesti per proseguire nella discussione e nella votazione sarà inferiore.

Le delibere che l’aula è chiamata a votare per risolvere la questione Baldetti sono due: la prima è relativa alla destinazione dell’avanzo di bilancio, 1.136.421,04 euro che andranno ad implementare il fondo rischi. La seconda sul via libera alla proposta di concordato fallimentare con cui chiudere il lodo Baldetti e la controversia con Unipol.

Nel caso l’accordo non dovesse arrivare “si andrà a sentenza per il lodo Baldetti e per via giudiziale con Unipol”, ha spiegato nei giorni scorsi Bergamin. Con costi e tempi probabilmente non inferiori a quanto previsto e proposto dalla giunta Bergamin per chiudere la partita.

A questo proposito è stato dato mandato all’avvocato civico di proporre opposizione al decreto ingiuntivo di Unipol.

Il professionista veneziano Mauro Pizzigati, docente alla Ca’ Foscari ed esperto di diritto fallimentare, affiancherà l’avvocato Ferruccio Lembo nella trattativa.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl