you reporter

Il caso

Ora il sindaco vuole vederci chiaro

Massimo Bergamin ha chiesto una relazione all'assessore Sguotti, che ieri ha partecipato al cda. Il presidente. Boniolo: “Non mi preoccupano denunce o interrogazioni”.

Ora il sindaco vuole vederci chiaro

29/11/2018 - 20:18

Il caso Concordi finisce sul tavolo del sindaco. Ieri pomeriggio si è riunito il consiglio di amministrazione dell’Accademia di piazza Vittorio. All’ordine del giorno, oltre all’ordinaria amministrazione, anche la questione dei 27 quintali di libri non catalogati avviati al macero, tra cui un 10% circa (“l’8%”, precisa il presidente Giovanni Boniolo) del lascito Cibotto.

Alla riunione del consiglio di amministrazione, iniziata alle 17 e finita soltanto verso le 19.30, ha partecipato anche l’assessore Alessandra Sguotti che ora è chiamata a “fare rapporto” al sindaco Massimo Bergamin, che su questa questione - che rischia di arrivare anche in parlamento, attraverso l’interrogazione al Mibact e all’Interno annunciata dal parlamentare ferrarese Vittorio Sgarbi - vuole vederci chiaro.

Dunque, dopo la seduta del cda, bocche cucite e nessuna dichiarazione ufficiale dalle parti di palazzo Nodari, mentre il presidente dell’Accademia, Boniolo, continua a predicare tranquillità. E a Sgarbi, invece, dice di non voler più rispondere. “E’ un libero cittadino, e come tutti i liberi cittadini può avere le sue legittime opinioni. Noi siamo comunque certi di aver agito nel giusto. Non mi preoccupa per niente né l’eventuale esposto in procura né l’interrogazione parlamentare”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl