you reporter

Maestri del Lavoro

I Maestri già al lavoro per il 2019

Raduno al museo dei Grandi fiumi: occasione per tracciare il bilancio delle attività e preparare le iniziative per il nuovo anno.

I Maestri già al lavoro per il 2019

02/12/2018 - 16:42

Tradizionale festa degli auguri per i Maestri del Lavoro. Un’ottima occasione anche per tracciare il bilancio dell’attività e mettere a fuoco le idee per il 2019.

I Maestri del Lavoro della provincia di Rovigo si son dati appuntamento l’altro giorno nella chiesa di San Bortolo per partecipare alla messa officiata dal parroco don Andrea Varliero, il quale, durante la funzione religiosa, ha espresso riconoscenza ed apprezzamento per l’opera di sensibilizzazione, nei confronti soprattutto alle giovani generazioni, che i decorati con la stella al merito del lavoro rivolgono, a titolo di volontariato, ai ragazzi per trasmettere loro quei valori fondamentali che li animano da sempre.

In rappresentanza del comune di Rovigo era presente il presidente del consiglio comunale Paolo Avezzù. A seguire, la comitiva ha visitato l’attiguo Museo dei Grandi Fiumi: occasione ghiotta soprattutto per i tanti provenienti da fuori Rovigo per visitarne l’esposizione, assistiti da una valente guida.

L’ultima fase dell’incontro ha visto i Maestri “impegnati” nel pranzo conviviale, durante il quale il console provinciale, Flavio Ambroglini, affiancato dal viceconsole Riccardo Bonini e dal console emerito Paolo Pizzardo, ha ringraziato tutti per la presenza e la partecipazione, ma soprattutto per la dedizione alla realizzazione del progetto scuola-lavoro-sicurezza il quale, nel 2019, giungerà all’undicesima edizione.

Un cenno è stato riservato al programma degli incontri che manterranno l’elevata qualità dei precedenti, in tutte le scuole dove tradizionalmente si tengono le conferenze. Al pranzo era presente anche Lino Segantin, che ha illustrato i contenuti del nuovo numero della rivista “Ventaglio Novanta” di cui è direttore, riscuotendo interesse e curiosità tra i presenti.

Non poteva mancare un pensiero ai tanti Maestri che, a detta di Ambroglini, non sono mancati ma sono, come sono soliti esprimersi gli alpini, “andati avanti”, dopo aver tracciato una strada importante all’interno del tessuto sociale del Polesine; ed in chiusura un particolare ringraziamento per la disponibilità al nuovo direttivo provinciale con l’augurio di buon lavoro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl