you reporter

Commercio

Dehors in stallo, il caos ferma tutto

Sta per scattare la tassatività del regolamento, ma gli assessori non spiegano se ci saranno revisioni

Dehors in stallo, il caos ferma tutto

04/12/2018 - 20:06

Fermi tutti, plateatici in stand by. Il caos sul tema dehors non accenna ad esaurirsi, e con il passare dei giorni il chiarimento chiesto da tutti a gran voce fatica a materializzarsi. Almeno fra i commercianti che ancora non sanno di preciso se il regolamento che entrerà in vigore dal prossimo gennaio sarà quello definitivo o se la revisione ventilata qualche settimana fa cambierà le carte in tavola.

E proprio per questo motivo le associazioni di categoria hanno chiesto ai propri associati di prendere tempo. Confesercenti ha infatti suggerito agli operatori, cioè ai gestori di bar e locali, di attendere che sia fatta piena luce sulla materia prima di investire denaro per la realizzazione degli allestimenti esterni. “Dato che ancora non si sa se la normativa e definitiva o se evolverà - dicono negli uffici di Confesercenti - è meglio prima capire quale sarà il perimetro del regolamento”. Molti baristi gli acquisti di sedie e tavolini li hanno già sostenuti mesi fa, in ogni caso prima di mettere un punto fermo tutti sono in attesa di cosa deciderà il Comune di Rovigo.

Dal settore urbanistica non sono ancora giunti chiarimenti e nemmeno la convocazione di quel vertice che Confesercenti aveva chiesto ormai un paio di settimane fa. Tutto nel limbo, quindi, proprio in questi giorni che precedono la conclusione di quello che era stato definito periodo di assestamento. Il regolamento per i dehors è entrato in vigore la scorsa primavera, ma con la postilla che l’adeguamento degli esercenti sarebbe diventato tassativo solo dal primo gennaio 2019. la fase di assestamento, quindi, è agli sgoccioli, ma prima ancora che terminasse le annunciate modifiche, non condivise con le categorie, hanno però rimesso tutto in discussione. Alimentando fra i gestori una sensazione di confusione, anarchia e di trattamenti diversi.

Il sindaco Bergamin diversi giorni fa aveva chiesto una relazione scritta agli assessori di urbanistica e commercio, ma anche sul risultato di questo rapporto non si è saputo nulla, tranne la genericità del suo contenuto. I baristi non sanno più quale normativa prendere come testo base per acquistare gli arredi esterni e allestire i dehors. Al centro degli interrogativi gli stessi plateatici: devono possono essere semirigidi? Devono prevedere solo ombrelloni? Dipende dalle varie zone del centro storico? Prima o poi anche dalla giunta arriverà il chiarimento chiesto a gran voce anche in consiglio comunale.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl