you reporter

La polemica

“Albero di Natale? Va fatto sempre”

Attacco al Natale, Sgarbi reagisce. E su Tessarollo: “Sono pronto ad accompagnarlo io stesso ad incontrare quegli studenti”.

“Albero di Natale? Va fatto sempre”

“Il vescovo a scuola? Sono pronto ad accompagnarcelo io stesso, che pure mi ritengo campione degli atei”. Vittorio Sgarbi non ci sta. L’attacco al Natale e alle nostre tradizioni non gli va proprio giù.

Non ha digerito la vicenda del Comprensivo di Porto Tolle, che ha negato l’accesso a scuola al vescovo Adriano Tessarollo. Ma non lo convince (per usare un delicato eufemismo...) nemmeno la scelta del Comune di Rosolina di non fare l’albero di Natale in piazza, in quanto simbolo pagano.

“In linea di principio - le parole del critico ferrarese - tutto quello che porta a rivedere quelle che sono le nostre tradizioni più consolidate è sbagliato. Anche gli atei fanno l’albero di Natale e il presepe. Si tratta di allegorie che commemorano non tanto e non solo la religione, ma anche i nostri riti quotidiani. Fanno parte di noi, della nostra storia, della nostra cultura e delle nostre radici”.

E aggiunge: “Se a Rosolina non fanno l’albero di Natale penso che non morirà nessuno... è più un problema loro che nostro. Certo che tra non fare l’albero e farlo, io resto convinto che sia sempre meglio farlo. Per i motivi che dicevo prima”.

L'intervista completa a Vittorio Sgarbi sulla Voce in edicola lunedì 10 dicembre.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl