you reporter

Istruzione

Gli allievi Enaip in visita all’Epta

Gli studenti alla scoperta dei segreti dell’azienda che produce impianti frigo.

Gli allievi Enaip in visita all’Epta

09/12/2018 - 17:47

Gli allievi della classe terza del corso operatore elettrico della scuola di formazione professionale Enaip di Rovigo si sono recati in visita didattica all’Epta Eurocryor di Solesino, azienda che produce impianti frigo.

Accompagnati dal loro insegnante di laboratorio elettrico, Giorgio Casazza, sono giunti a destinazione e sono poi stati accolti dal direttore del personale Ruggero Gallo, che li ha fatti accomodare nella sala riunioni, dove sono state presentate delle slide in cui era illustrata la storia dell’azienda e come si sta sviluppando negli ultimi anni, aumentando sempre di più sia come personale che sotto il profilo del valore economico. In futuro l’azienda ha intenzione di espandersi in altre zone del mondo e cercare di superare le aziende americane.

“Una volta terminato il ricevimento nella sala riunioni ci siamo recati, guidati dal direttore Gallo, in visita all’azienda - raccontano i ragazzi del corso elettrico - appena entrati all’interno della struttura, ci siamo subito resi conto della sua vastità. Il direttore ci ha poi mostrato le varie postazioni di lavoro e i vari macchinari usati nell’azienda".

"Ci siamo resi conto anche della grande professionalità dei dipendenti e dell’ordine che c’era in ogni postazione di lavoro. Ogni dipendente aveva una maglietta data dall’azienda, di colore diverso a seconda della mansione da svolgere - continuano i futuri tecnici - durante la pausa pranzo i dipendenti hanno l’opportunità di ritrovarsi tutti insieme e fare qualche partita a calcetto per allentare un po' la tensione dovuta dal lavoro. Questa visita ad Eurocryor è stata davvero molto interessante - spiegano - ci ha insegnato come si lavora e come ci si organizza al meglio per essere in sicurezza, producendo di più”.

L’azienda, utilizza un metodo per organizzare il posto il posto di lavoro chiamato “Le 5 S”. Il nome deriva dalle lettere iniziali delle 5 fasi che compongono il metodo: selezionare (sul posto di lavoro deve esserci solo il necessario), sistemare (ogni cosa deve avere chiaramente il suo posto), splendere (tutto deve essere funzionante, sicuro e pulito), standardizzare (devono esserci procedure chiare e aggiornante per ogni aspetto del lavoro) e sostenere (tutti devono rispettare e migliorare il metodo).

Questo metodo, secondo i ragazzi, è un obiettivo da porsi una volta entrati nel mondo del lavoro. Per questo ringraziano Ruggero Gallo per questa opportunità e per il materiale che gli ha consegnato e che verrà utilizzato per la realizzazione della loro unità di apprendimento.

A partecipare alla visita all’azienda padovana sono stati Alex Aceto, Miracle Agboga, Simone Barbin, Michael Beggio, Ersilio Daja, Seljatin Dobreva, Youssef Elbouhali, Mattia Maccagno, Henrik Pergega, Luca Riberto, Marvin Santaniello, Stefano Santato, Christian Saugo, Federico Schiesaro, Nicolas Targa e Stas Turkov.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl