you reporter

Economia

Stipendi, siamo (ancora) da Serie A

Siamo più ricchi dei padovani, ma con redditi in linea con il Centro Italia più che con il Nord.

Stipendi, siamo (ancora) da Serie A

11/12/2018 - 18:56

Polesani più ricchi dei padovani (seppur di poco), ma un po’ più poveri dell’anno scorso e con redditi medi in linea con quelli del Centro Italia più che con quelli del resto del Nord. Addirittura, rispetto alla media delle altre province del Settentrione, le buste paga qui sono più leggere di 151 euro al mese. Mica poco.

A dirlo, l’annuale classifica sui redditi da lavoro dipendente degli italiani elaborata dal sito web Job Pricing che si basa sulle rilevazioni effettuate tra il 2014 e il 2018 sui profili retributivi di 400mila italiani.

Da questo studio emerge che il reddito lordo annuo dei polesani è di 28.810 euro. Abbastanza per restare nella “Serie A” delle province più ricche: secondo la classifica di Job Pricing, infatti, siamo 36esimi, su scala nazionale, per valore degli stipendi. L’ultima delle province inserite nella prima fascia di reddito, mentre tre delle altre sei province venete sono state inserite in “Serie B”.

Nel dettaglio, Rovigo ha perso tre posizioni in classifica rispetto allo scorso anno, sopravanzata da Aosta, Pesaro-Urbino e Ancona. Tra le province venete si guadagna di più soltanto a Verona, dove i redditi medi si attestano a quota 30.375 euro (i 12esimi stipendi più alti d’Italia) e a Vicenza, dove si arriva a 29.874 euro (19esimi). A Treviso, invece, stipendi medi a quota 29.036 euro lordi l’anno: 226 euro più che tra Adige e Po.

Rispetto ai polesani, invece, guadagnano meno i lavoratori della provincia di Padova, i cui stipendi si fermano a quota 28.793 euro: circa un euro e mezzo in meno rispetto ai lavoratori di casa nostra. E infatti, Padova è 37esima in classifica, ad una sola posizione da Rovigo.

Sul 38esimo gradino c’è poi Belluno, dove gli stipendi si fermano a 28.722 euro l’anno. Chiude la graduatoria veneta Venezia, che si attesta al 39esimo posto nazionale con stipendi lordi di 28.691 euro l’anno: 119 euro l’anno in meno rispetto ai polesani.

Ma guardando la media regionale, i polesani hanno poco da stare allegri. In Veneto, infatti, lo stipendio medio - sospinto dagli ottimi risultati di Verona e Vicenza - raggiunge i 29.447 euro all’anno, con una differenza di 637 euro rispetto a quanto percepito dai polesani.

Mentre è di 1.812 euro l’anno, 151 al mese, il gap con lo stipendio medio delle province del Nord Italia, che arriva a superare i 30mila euro (30.622). Invece, siamo poco sopra (parliamo di un surplus di 20 euro al mese) alla media delle province del Centro, dove si guadagnano 28.569 euro l’anno.

Il servizio completo e tutti i dati sulla Voce in edicola mercoledì 12 dicembre.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl