you reporter

Badia Polesine

Fossi privati, poca manutenzione

“Evidenziate situazioni di disagio per la qualità dell’acqua in alcune aree marginali”.

Fossi privati, poca manutenzione

Problemi e criticità del territorio oggetto di confronto tra i vertici dell’amministrazione comunale e quelli del Consorzio di bonifica Adige Po.  In questi giorni, il sindaco Giovanni Rossi e il presidente del consiglio Alessandro Leopardi hanno incontrato il presidente del Consorzio di bonifica Adige Po Mauro Visentin e il suo vice Lauro Ballani con l’intento di analizzare le problematiche idrauliche del Comune, emerse in particolare a seguito degli importanti eventi meteorici dei mesi passati, e di considerare quali azioni intraprendere insieme proprio per far fronte a questi fenomeni.

“Oltre le situazioni generali - fanno sapere in una nota gli uffici comunali - sono state evidenziate situazioni di disagio per la qualità dell’acqua in alcune aree marginali al centro urbano, ma interessate dallo sviluppo urbanistico, per le quali sono state individuate soluzioni semplici e di impatto economico limitato”. Altro punto all’ordine del giorno la scarsa manutenzione dei fossi privati, che ancora rappresenta una problematica per diverse aree, nonostante l’amministrazione abbia promosso una maggior cura da parte dei privati.

“Si è accordato di organizzare - continuano dal Comune - incontri con i privati proprietari interessati per fornire indicazioni ed assistenza tecnica alle attività di manutenzione da svolgere dagli stessi assicurando, nel caso, la disponibilità del consorzio ad eseguire o far eseguire tali lavori ripartendo poi la spesa sostenuta”. L’incontro è servito anche per accordarsi su diversi aspetti, in modo tale da lavorare in modo sinergico.

“È stata condivisa la necessità di far circolare più velocemente le informazioni su argomenti di interesse comune per evitare rallentamenti burocratici - specifica la nota - oltre a quella di lavorare in sinergia tecnica ed economica in caso di strade arginali interessate da franamenti che, pur non creando problemi idraulici, possono concorrere a creare problemi di viabilità”. In un’ottica di una sempre maggior sinergia, i rappresentanti del Consorzio di bonifica hanno inoltre illustrato i lavori in corso sulla Bova e lungo il Ceresolo, mentre l’amministrazione ha presentato i progetti di sviluppo del territorio per i quali è necessario procedere di pari passo con la sicurezza idraulica.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl