you reporter

Rosolina

Pochi cittadini per salvare il Natale

Marinella Donà si rimbocca le maniche

Pochi cittadini per salvare il Natale

A Rosolina e nei gruppi social di Facebook innumerevoli le proteste per la mancanza dell'albero di Natale nella piazza principale della città.

Il sindaco Franco Vitale e l'amministrazione avevano annunciato, ad inizio mese, che l’albero non ci sarebbe stato in quanto si preferiva donare le spese dell’abete in beneficenza, alle popolazioni venete colpite dal maltempo.

Da subito la decisione ha suscitato un grande scalpore, chi si schierava dalla parte del sindaco e chi invece lo condannava per la mancanza di simboli del Natale in città.


Proprio per questo Marinella Donà, cittadina di Roslina, ha deciso di rimboccarsi le maniche lanciando un appello sul gruppo Facebook di Rosolina chiedendo di collaborare per abbellire la piazza.

Il primo giorno solo una persona ha risposto all’appello e con una ruota, fili e qualche balocco è stato creato un piccolo alberello. Ovviamente la cittadina ha chiesto il permesso del primo cittadino prima di muoversi. Dopo qualche giorno, in pochi hanno risposto alla richiesta e così, con qualche albero in più e delle palline avanzate dalle proprie case, la piazza è stata abbellita per le feste.

Donà, tuttavia, lamenta il fatto che molti hanno criticato la decisione dell'amministrazione, ma pochi hanno collaborato e dichiara: “Tutti bravi a parlare ma poi. Venerdì ho scritto che avrei messo a disposizione legno chiodi e materiale per fare in piazza un albero ed eravamo in due, lo abbiamo addobbato con quello che avevamo a disposizione poi qualche paesano, si contano in una mano, ha portato degli addobbi. Questo è lo spirito del Natale che ci dovrebbe essere tutti i giorni e non solo in questo periodo, si tratta di solidarietà, di volontà e di aggregazione in una comunità come la nostra, invece è inesistente. Sarebbe ora di smetterla di denigrare sempre tutto ma imparare a valorizzare quello che si ha, cercando di dare importanza alle piccole cose”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 2
  • Max61

    19 Dicembre 2018 - 15:03

    Io non sono di Rosolina, ma trovo puerile e vergognoso che un sindaco dia la colpa ai suoi concittadini perché non hanno collaborato all' abbellimento della cittadina, in Italia è il gioco dello scarica barile, l'abbellimento del comune é e deve essere compito dell' amministrazione, poi se i cittadini non contribuiscono allora il sindaco può parlare.

    Rispondi

  • Max61

    19 Dicembre 2018 - 15:03

    Io non sono di Rosolina, ma trovo puerile e vergognoso che un sindaco dia la colpa ai suoi concittadini perché non hanno collaborato all' abbellimento della cittadina, in Italia è il gioco dello scarica barile, l'abbellimento del comune é e deve essere compito dell' amministrazione, poi se i cittadini non contribuiscono allora il sindaco può parlare.

    Rispondi

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl