you reporter

A Rovigo

I simboli del Natale banditi dalla scuola per non "urtare" i musulmani

E' successo in una scuola di Rovigo. E la festa prima delle vacanze senza presepe, senza canti e senza alcun simbolo del Natale religioso per coinvolgere i bimbi stranieri e le loro famiglie

I simboli del Natale banditi dalla scuola per non "urtare" i musulmani

Foto d'archivio

20/12/2018 - 23:30

E’ successo in una scuola in un quartiere di Rovigo, dove gli insegnanti hanno organizzato una festa in occasione del Natale. 
Una festa, però, molto particolare come ci ha voluto raccontare un genitore che non ha gradito affatto le modalità.
Cosa è successo?

E’ successo che quella che in tutte le scuole è la festa di Natale, con i canti, l’albero e il presepe è stata trasformata in un semplice saluto prima delle vacanze, senza nessun riferimento ai simboli del Natale. Insomma: niente capanna, niente Gesù bambino... Già, come se non fosse Natale.

Perché? Perché - secondo quanto hanno spiegato alcuni insegnanti ai genitori - si è scelto di voler dare la possibilità a tutti i bambini, anche quelli extracomunitari, di partecipare.

Certo, si tratta di una scelta educativa, ma che eliminando i simboli del Natale mette in ombra i principi stessi della nostra cultura, che si basa proprio sulle tradizione cattoliche. E poi, diciamolo, senza Gesù bambino e senza presepe, che Natale è?
Ma soprattutto, come hanno fatto gli insegnanti a spiegare ai bambini che stavano per andare in vacanza? Senza Natale, con tutto quello che rappresenta, non ci sarebbero state neppure le vacanze.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Max61

    21 Dicembre 2018 - 08:08

    Le maestre di questa scuola hanno perso una buona occasione per insegnare cosa significano i simboli del Natale, che è nelle nostre tradizioni, e senza tradizioni un popolo scompare, potevano insegnare ai bambini musulmani che quei simboli sono segni di pace e amore tra la gente di tutte le razze del mondo. In questo modo non avreste offeso gli stranieri, ma avete offeso voi e tutti i cattolici. Poi volevo dare un consiglio a quelle maestre, provate a parlare con i musulmani sulla loro religione, capirete che cambia solo il nome del dio che si prega……….

    Rispondi

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl