you reporter

Taglio di Po

Banda “Verdi”, tra presente e futuro

Grande successo anche per la Young Banda nata grazie all’indirizzo musicale del comprensivo al Concerto di Natale

Banda “Verdi”, tra presente e futuro

In una sala Europa gremita di pubblico, si è svolto domenica scorsa il Concerto di Natale del corpo bandistico musicale “Verdi”. La numerosa compagine, formata da oltre trenta musicisti, sotto la direzione del maestro Mario Marafante si è esibita, nella prima parte dello spettacolo, in un ricco e variegato repertorio, che verteva su trascrizioni di brani di fama mondiale come “La vita è bella” di Nicola Piovani, “Moon River” di Henry Mancini, “Yesterday” di Paul McCartney, “I’m a Beliver” di Neil Diamond, “Yellow Mountains” del noto compositore olandese Jacob de Haan e “Fanfare flourises for a festive occasion” di James Curnow.

Finiva così la prima parte dello spettacolo, mentre l’intervallo riservava a tutti una piacevolissima sorpresa: sul grande palco, lasciato momentaneamente vuoto dalla “vecchia” banda, prendeva posto quella nuova, la Young Banda, formazione fatta di soli giovanissimi nata dalla collaborazioni tra i docenti dell’indirizzo musicale dell’Istituto comprensivo di Taglio di Po e il Corpo Bandistico. E proprio questa, assieme ai docenti Chiara Parolo e Silvia Camisotti, tutti diretti dal maestro Marafante, hanno mirabilmente eseguito due brani: Mambo n.5 nella briosa versione di Lou Bega e Lady Madonna, altro memorabile successo dei Beatles.

La sorpresa è risultata più che gradita, tant’è che applausi a non finire sono partiti all’indirizzo di questi talentuosi giovani musicisti ancor prima della fine dei brani. Nella seconda parte del concerto, il Corpo Bandistico ha cambiato completamente repertorio, eseguendo alcune delle canzoni natalizie più belle e famose. Inutile dire che l’entusiasmo del pubblico è salito alle stelle, con lunghi e scroscianti applausi che hanno fatto presagire la richiesta di un bis, generosamente concesso con il brano Chariot, portato al successo nel 1962 da Petula Clark. Presente in sala anche il sindaco Francesco Siviero, il quale ai saluti ha voluto unire i complimenti al maestro Marafante e alle due bande, che hanno messo in luce il grande talento dei musicisti, veterani e nuove leve. “Il percorso intrapreso da Marafante attraverso la scuola - ha proseguito - consente al Corpo Bandistico di rinnovarsi. Questi giovani saranno i futuri musicisti della nostra grande e prestigiosa banda musicale, che trova così nuova linfa”. Infine i ringraziamenti ai volontari che mettono a disposizione il loro tempo, al Gruppo antincendio e alla Protezione Civile coordinata da Ivano Domenicale.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl