you reporter

Le storie di Natale

Professione spazzacamino

Marco, 53 anni, è l’unico in Polesine a svolgere ancora questo antico mestiere: “Ho fatto la scuola apposita, ho clienti fino a Bologna”.

Professione spazzacamino

21/12/2018 - 19:44

Un mestiere romantico, in bilico tra il tempo passato e la fantasia. Chissà: sarà forse per il fascino che, da sempre, il fuoco e lo scoppiettio del camino acceso riescono a trasmettere a chi rimane incantato a guardarlo, o sarà forse per il ricordo per quegli occhi pieni di fuliggine con cui Bert guardava la dolcissima Mary Poppins. Ma resta il fatto che l’immagine che evoca nella mente lo spazzacamino, ha sempre un qualcosa di misteriosamente fantasioso.

Per molti, la figura dello spazzacamino è ancora quella di una persona non più giovanissima che si adegua a fare un lavoro umile e sporco, per arrivare alla fine di ogni giornata e poter dire di aver ricevuto un pasto caldo e qualche spicciolo. Non è certo così. 

A chiarire le idee è Marco Ghirardini, 53 anni, di Pincara, che da oltre 15 anni svolge con grande passione e professionalità, questo lavoro. Marco è l’unico spazzacamino della provincia di Rovigo che ha frequentato la scuola ed è uno dei circa dieci che operano in tutto il Veneto.

“Ho iniziato installando camini e stufe a legna - racconta lo stesso Marco - e mi sono accorto subito che la gente aveva bisogno di qualcuno che gli pulisse e facesse manutenzione alla canna fumaria. Mi sono inscritto alla scuola per spazzacamini di Brescia e per oltre 6 mesi ho frequentato il corso per ottenere la specializzazione. Inizialmente sono stato affiancato ad uno spazzacamino più anziano e poi ho iniziato ad andare da solo”.

Molti sono i clienti che Marco accontenta ogni anno, presentandosi a casa con l’attrezzatura necessaria per il suo lavoro, ma la sua specializzazione sono le pizzerie. “Adesso ho ridotto un po’ il giro, ma ho clienti pizzaioli nella provincia di Verona, Bologna, Padova e Rovigo - racconta ancora - per organizzarmi cerco di pianificare e programmare le uscite per non fare aspettare troppo i miei clienti, ma in prima dell’inverno, se uno chiama all’ultimo minuto, rischia di dover aspettare anche 40 giorni”.

L’abbigliamento e soprattutto l’aspetto del moderno spazzacamino non è più quello a cui la nostra memoria ci ha abituati. Non si vedono più arrivare a cavallo della loro bicicletta, tutti sporchi di fuliggine con in mano i vecchi attrezzi rovinati dall’usura e dal tempo. “I giovani fanno fatica ad avvicinarsi a questo lavoro perché ogni giorno utilizziamo guanti, mascherine, aspiratori e nonostante tutto, è necessaria una doccia a mezzogiorno e una alla sera per potersi presentare dai clienti sempre ordinati e puliti - continua Marco - la presenza di polvere è davvero tanta e bisogna stare molto attenti”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl