you reporter

Manovra

Raddoppiano le tasse sui volontari

Il governo aumenta l’Ires per il settore no profit. Auser: “Zero sensibilità”. Anche le scuole paritarie tengono alta la guardia.

Raddoppiano le tasse sui volontari

27/12/2018 - 18:20

 Il governo raddoppia l’Ires sul settore no profit. E il volontariato, anche in Polesine, si mobilita contro una norma - inserita in finanziaria - che rischia di mettere in ginocchio persino chi cerca di aiutare gli altri.

Ma non solo: anche le scuole paritarie, che nella nostra provincia significano una fitta rete di materne soprattutto nei paesi più piccoli, tengono le antenne alzate, per capire quali potrebbero esseri gli effetti del raddoppio dell’imposta sui loro bilanci.

Insomma, questa norma - che colpisce duramente chi lavora senza profitto - rischia di trasformarsi in una mazzata. E anche se - con Conte e Di Maio - il governo, quello stesso governo che ha voluto il raddoppio delle tasse per il settore, annuncia che il provvedimento sarà modificato, le associazioni non dormono sonni tranquilli.

Lo conferma Marinella Mantovani a nome dell’Auser del Polesine. “Questa norma - dice - mette in luce qual è l’approccio di questo esecutivo nei confronti del terzo settore. E’ una manovra negativa, che dimostra poca sensibilità per chi fa volontariato”.

“Associazioni come la nostra - aggiunge - lavorano a sostegno degli enti locali, gratuitamente e spesso per garantire servizi che i Comuni non sono in grado di assicurare ai cittadini. E il governo che fa? Anziché, ad esempio, alzare di qualche punto percentuale il prelievo sui condoni, fissato al 16%, raddoppia del 100% l’Ires sul volontariato. E’ fuori da ogni logica”.

Ma non c’è soltanto il volontariato a rischio. Le scuole paritarie alzano la guardia, in attesa di capire cosa potrebbe cambiare nei loro conti. Roberto Spremulli, direttore della scuola Sichirollo di Rovigo, ha chiesto ai propri uffici di valutare la portata del raddoppio della tassa. “Avremo dati certi alla volta della metà della prossima settimana. Dobbiamo valutare l’impatto”, annuncia.

Mentre, dalla Fism - la Federazione delle scuole materne paritarie - Nicola Morini spiega: “Sicuramente ci sarà qualcuna delle nostre scuole che si troverà a dover pagare di più. Siamo preoccupati, anche se - aggiunge - il fenomeno ci riguarda marginalmente”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl