you reporter

Taglio di Po

Romea, rotatoria nell’area artigianale

L'assessore Marangoni: “Rotonda per migliorare e garantire la necessaria sicurezza nel tratto che attraversa il sito produttivo”

Romea, rotatoria nell’area artigianale

L’amministrazione comunale di Taglio di Po ha di recente avuto un incontro con l’Anas a Mestre per parlare della strada statale Romea e ha ottenuto la conferma dell’inserimento all’interno del Piano Romea di una nuova rotatoria al fine di migliorare e garantire la necessaria sicurezza proprio nel tratto che attraversa la zona artigianale.

“Una settimana fa mi sono recato nella sede regionale di Anas a seguito di una loro convocazione - afferma l’assessore ai lavori pubblici Davide Marangoni - per riprendere da dove ci eravamo lasciati qualche mese fa. Infatti l’estate scorsa c’è stato un importante incontro durante il quale io e il sindaco Francesco Siviero abbiamo rilevato le importanti criticità presenti lungo il tratto di Romea che attraversa il nostro comune. In particolare la necessità di intervenire nei diversi incroci a raso che si immettono sulla statale e, soprattutto, trovare una soluzione per rivedere quel pericoloso accesso alla nostra area produttiva che risulta tuttora un punto drammaticamente critico per la Romea”.

Il Piano Romea, che come primo stralcio ha previsto i numerosi interventi di asfaltatura lungo tutta la tratta veneta, prevede ora diversi interventi puntuali, finalizzati alla messa in sicurezza della strada soprattutto in prossimità di zone abitate o di aree produttive esistenti. Marangoni ricorda che già durante il primo incontro era stato chiesto all’Anas di valutare la possibilità di realizzare una nuova rotatoria in prossimità dell’area artigianale e, proprio la settimana scorsa, la dirigenza Anas ha confermato quanto chiesto.

Questo è un importante obiettivo raggiunto - prosegue l’assessore - proprio perché un intervento di questo tipo consentirà non solo di garantire una maggiore sicurezza per chi si reca al lavoro ogni giorno ma, soprattutto il rilancio dell’area produttiva che proprio in questi anni sembra aver assunto un importante interesse da parte di diversi imprenditori. Ovviamente d’ora in poi inizierà un intensificarsi di incontri proprio con Anas al fine di concertare unanimemente le progettualità in corso e fare in modo che i nuovi interventi, compresa la nuova rotatoria, si possano attuare correttamente all’interno del nostro tessuto insediativi e creare il minor disagio possibile alle attività stesse”. “Inoltre ci tengo a dire che questo è solo l’inizio di un percorso che è stato avviato e che dovrà portare al concretizzarsi di precise infrastrutture territoriali e che, come mia prassi, verrà condiviso con le attività produttive già insediate” conclude Marangoni.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl