Cerca

Cavarzere

Arriva lo sportello antiviolenza

Tasso: “Opportunità importante per le donne del territorio”

Arriva lo sportello antiviolenza

Dilaga il fenomeno della violenza sulle donne, anche in provincia di Venezia.

Nell’ultimo consiglio comunale svoltosi a Cavarzere a dicembre, una delle mozioni presentate dal consigliere di minoranza Pierfrancesco Munari riguardava l’istituzione di un centro antiviolenza a Cavarzere, per evitare gli spostamenti fino a Chioggia e tutelare le donne nel miglior modo possibile. La maggioranza già aveva presentato una domanda di finanziamento alla Regione Veneto proprio, per cercare di aprire un centro antiviolenza.


Si attendeva solamente la risposta da Venezia, che finalmente è positiva. A fare il punto della situazione, quindi, ci pensa il consigliere di maggioranza Chiara Tasso: “Siamo partiti con un progetto per aprire uno sportello antiviolenza qua a Cavarzere, in quanto c’erano altre due possibilità; ossia aprire un centro che sarebbe stato troppo oneroso e sicuramente non sarebbe passata come proposta per via del vicino centro di Chioggia, oppure una casa rifugio, che comunque non sarebbe stata utile per il territorio” spiega nel suo intervento.

Aggiunge Tasso: “Alla fine ci è stato dato il massimo del finanziamento, 25mila euro, a questi vanno aggiunti 2mila euro da parte dell’amministrazione, apriremo così a maggio una succursale del centro di Chioggia”.

Sulla "Voce" in edicola giovedì 3 gennaio l'articolo completo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy