you reporter

Castelmassa

Alla Cargill torna l’incubo tagli

Il prefetto convoca un vertice

Alla Cargill torna l’incubo tagli

07/01/2019 - 19:57

Torna l’incubo tagli alla Cargill. Nuovi timori e preoccupazioni fra i lavoratori della fabbrica di Castelmassa che già in passato ha assestato decise sforbiciate ai livelli occupazionali.

Da giorni fra i lavoratori dello stabilimento che produce derivati dell’amido usando come materia prima il mais si sono diffuse voci circa la strategia dell’azienda di tagliare alcuni posti di lavoro. Sarebbe l’ennesima decisione dei vertici della multinazionale di ridurre l’occupazione. Per fare chiarezza sugli obiettivi della Cargill lavoratori e sindacati hanno chiesto aiuto alle istituzioni. E per affrontare l’argomento la prefettura ha convocato un vertice per il 15 gennaio. Il prefetto Maddalena De Luca ha infatti organizzato un incontro al quale saranno presenti i vertici della fabbrica di Castelmassa, i responsabili di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, i responsabili di Confindustria e il sindaco di Castelmassa Eugenio Boschini.

La paura dei dipendenti Cargill è che possa continuare quell’emorragia di post di lavoro che, con numeri anche non elevati, dura da alcuni anni. Già un paio di anni fa lavoratori e sindacati avevano organizzato manifestazioni di protesta e sit-in sotto alla prefettura per dire no ad alcuni licenziamenti. A preoccupare, allora come adesso, erano e sono le strategie dell’azienda, che dà lavoro a circa 300 persone, che secondo alcuni sono improntate ad una progressiva riduzione di impegno e personale in Polesine.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl