you reporter

L’intervista

Callegaro, prima il ritorno su Sky poi testimonial di brand mondiali

Stefano Callegaro, vincitore di Masterchef, si confessa in diretta nel programma “La vostra Voce” con Paolo De Grandis

Callegaro, prima il ritorno su Sky poi testimonial di brand mondiali

La recente partecipazione a Masterchef All Stars come ospite della penultima puntata, insieme ad altri quattro vincitori delle edizioni passate, è stata per Stefano Callegaro la maniera per mettere finalmente un punto riguardo alla vicenda giudiziaria che lo aveva coinvolto con la produzione del programma. Risolta in maniera positiva, come ha dimostrato la sua presenza su Sky Uno invitato dai giudici Antonino Cannavacciuolo, Bruno Barbieri e Giorgio Locatelli per affiancare uno dei concorrenti semifinalisti che avrebbe dovuto ripetere una sua creazione “Consistenze tra terra e mare”. La tv sembra uno dei campi dove, oltre alla cucina, il Masterchef adriese si muove meglio, come ha confermato ieri durante il duetto in diretta su Delta Radio “La vostra Voce on air” condotto da Paolo De Grandis e dal direttore della “Voce” Pierfrancesco Bellini.

De Grandis ha ricordato, infatti, come sia ormai un ospite fisso di un’altra trasmissione tv, “La prova del cuoco” su Rai 1, condotta da Elisa Isoardi. Callegaro ha spiegato come ci siano stati provini e prove per poter partecipare il programma, mentre De Grandis si stupiva sul fatto che fosse difficile preparare un piatto in pochi minuti. “Con un po di organizzazione e col piatto giusto, con cotture non lunghe né elaborate procedure, anche due piatti, e pure buoni - gli ha risposto Callegaro - quest’anno a ‘La prova del cuoco’ c’è una giuria con un tecnico gastronomo, un giornalista o un blogger affermato, e poi l’ospite vip, che in realtà fa da contorno alla giuria tecnica, ma ne capisce anche lui di solito. E i piatti che non sono buoni, non vincono mai”.

“Te l’avranno chiesto in tanti, ma come ti sei avvicinato alla cucina?” la domanda di De Grandis. “Una ‘esigenza’ di famiglia per mia madre, questa meravigliosa donna che mi ha cresciuto, e per mia nonna paterna Antonietta, le quali mi hanno avvicinato alla cucina prima come diversivo per stare buono, poi un modo per affrontare il mondo, attraverso le papille gustative. A sei anni i miei amici mangiavano le merendine, io sarde in saor, riso al nero di seppia e baccalà mantecatto: sono orgoglioso di essere cresciuto così”.

“Meglio la vecchia cucina con le ricette delle nonne o questi piatti complicati?” ha poi domandato il conduttore. “Ti risponderei che la tradizione è migliore, ma è necessario che i piatti si attualizzino e si svecchino, rispettando le nuove concezioni alimentari. La mia cucina parte dalla tradizione ma utilizza tecniche e tecnologie nuove, soprattutto per non bistrattare la materia prima”.

“Qual è il piatto più sopravvalutato e quello più sottovalutato?” la curiosità del conduttore. “La catalana di crostacei il più sopravvalutato, le proteina della polpa del crostaceo sono svilite dall’aceto e dagli agrumi. Gamberi e scampi andrebbero mangiati con la sola loro acqua di mare. Quello più sottovalutato di sicuro ‘risi e bisi’, un piatto locale di grande complessità e difficoltà di esecuzione, ma con gli ingredienti buoni, diventa una magia. Potrebbe essere la bandiera del nostro territorio”.

“E adesso cosa bolle in pentola?” ha concluso De Grandis. “Ho una primavera molto intesa, c’è un progetto sulla piattaforma Sky, l’8 maggio presenterò il mio terzo libro ‘Zenzero e melissa, storie di cibo e vita’ scritto a quattro mani con Giuseppe Bosin della Rai. Ma stanno per partire anche due collaborazioni importanti con dei main brand internazionali, fra un mese potrò dire qualcosa in più. Dopo la definitiva sistemazione dell’annosa questione che mi ha lasciato l’amaro in bocca, la mia vita professionale è ripartita”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl