you reporter

ROSOLINA

“L’amore per Anna ci ha commosso”

I due attori Solenghi e Lopez hanno incantato il Palasport e hanno apprezzato la standing ovation dei rosolinesi per la Marchesini

“L’amore per Anna ci ha commosso”

Sicuramente tra gli spettacoli più riusciti della rassegna “Sole d’inverno” di Rosolina, Palasport gremito e sold out di biglietti per lo show Massimo Lopez e Tullio Solenghi. Tornati insieme sul palco dopo 15 anni come due vecchi amici, in uno show di cui sono interpreti ed autori, coadiuvati dalla Jazz Company del maestro Gabriele Comeglio.

Due affiatati amici di vecchia data che hanno condiviso per anni lo stesso palco e le telecamere facendo ridere e divertire. Una scoppiettante carrellata di voci, imitazioni, sketch, performance musicali, complici improvvisazioni e interazioni con il pubblico. Senza un apparente filo conduttore, si va da Papa Bergoglio a Papa Ratzinger in un improbabile dialogo di “vita domestica”, i duetti musicali di Gino Paoli e Ornella Vanoni e quello più recente di Dean Martin e Frank Sinatra, che ha sbancato la puntata natalizia di “Tale e Quale Show”. Lopez e Solenghi sanno come incantare il pubblico e a Rosolina ci sono riusciti senza dubbio considerando le risate e i numerosi applausi.

Sono due narratori, due professionisti capaci di intrattenere per quasi due ore la platea tra risate e divertimento, durante lo show non é mancato un momento di grande affetto per la compianta Anna Marchesini con una toccante poesia che ha commosso tutto il pubblico e lo fatto alzare in segno di immenso rispetto per quello che é stato il Trio più famoso d’Italia.

Come é nata l'idea di questo show?

Solenghi: “Semplicemente è stata lanciata da Carlo Conti durante una puntata della trasmissione "Tale e Quale Show" quando eravamo andati in accoppiata. Ci ha visto sul palco e ha pensato che sarebbe stato bello venirci a vedere a teatro. Così ne abbiamo approfittato, avevamo comunque già pensato di rimetterci insieme per ideare qualcosa”.

Quanto c'è del passato e quanto di innovativo in questo show?

Solenghi: “C'è il nostro stile, il nostro marchio di fabbrica, noi siamo D.o.p (sorride). E’ rinnovato con altre cose, però il nostro modo di procedere é già all'interno dello spettacolo. Uno show che non ha un suo filo conduttore ma é come una scatola cinese, sempre una sorpresa”.

Lopez: “Lo spettacolo non è di allora, ma ha mantenuto lo stile, ed è come se fossimo in tre sul palco”.

Preparate le battute o molte vi vengono all'istante?

Solenghi: “Abbiamo una preparazione quasi scientifica, anche se sul palco dà l'idea che non lo sia, ma alcune cose vengono da sole in base alla situazione, improvvisiamo”.

Conta tanto per voi la partecipazione del pubblico?

Lopez: “Dovessimo fare ogni sera uno spettacolo davanti una telecamera accesa e ripeterlo, sarebbe noiosissimo. Il pubblico ci aiuta molto”.

Solenghi: “Direi essenziale. Siamo stati molto soddisfatti del pubblico di Rosolina. Fatichiamo di meno quando il pubblico é reattivo. Rosolina ci ha commosso quando nel ricordo ad Anna tutti gli spettatori si sono alzati in piedi”.

Durante lo show avete imitato molto bene il dialetto Veneto, come mai?

Lopez: “Io ho vissuto per tre anni a Padova quando ero bambino e qualcosa mi é rimasto”.

Solenghi: “A me piace molto il vostro dialetto, tanto che in un film di Checco Zalone, dove interpretavo un vescovo, dovevo scegliere un dialetto per la parte e ho scelto proprio quello Veneto”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl