Cerca

Centro servizi anziani

Bilancio, duello Passadore-Visentini

Lunedì il previsionale sarà presentato al sindaco, martedì incontro con i sindacati.

Bilancio, duello Passadore-Visentini

Sandra Passadore difende il bilancio previsionale 2019 ma per la prima volta si trova a prendere atto che nel cda del Centro servizi anziani c’è un’opposizione, mentre fino a qualche mese fa tutto filava liscio all’unanimità, o quasi. La storia è cambiata con la nomina dei due rappresentanti nominati dal sindaco Omar Barbierato, Sabrina Visentini e Simone Mori, in sostituzione delle dimissionarie Anna Paola Lisi ed Emanuela Beltrame.

Così la presidente ha convocato una conferenza stampa affiancata dal suo vice Lorenzo Bertaglia, mentre Sandro Bisco ha dato forfait perché influenzato, presente anche il direttore Mauro Badiale per approfondire alcuni aspetti tecnici. Il previsionale è stato votato martedì con i voti favorevoli di Passadore, Bertaglia e Bisco, contrari Visentini e Mori. E Passadore ha avuto una battuta di biasimo nei confronti dei due contrari: “E’ una fortuna - afferma - avere un cda che usa la testa e non la pancia”.
Lunedì in riviera Sant’Andrea arriverà Barbierato al quale verrà illustrato il bilancio, il giorno dopo incontro con i rappresentanti dei sindacati dei lavoratori.

La presidente difende i due pilastri del documento finanziario: nessun aumento di rette per il quarto anno consecutivo, salvaguardia del livello dei servizi erogati per conseguire tre obiettivi principali: sicurezza, abbellimento e comfort. Inoltre difende la scelta di aver ristrutturato e riaperto l’auditorium Pertini per una spesa complessiva di 100mila euro che verranno pagati in 20 anni, salutato all’inaugurazione dalla presenza felice del primo cittadino. Ed così si è tolta un sassolino nei confronti dell’ex sindaco Massimo Barbujani affermando: “Bobo è sempre stato contrario a riaprire il Pertini, anche alla presenza dell’assessore regionale Manuela Lanzarin ebbe a dire che neanche un euro doveva andare per il Pertini, Adria è la città dei teatri e spazi ce ne sono”.

Ma il casus belli sul bilancio è prima di tutto il salario accessorio variabile che normalmente si attestava tra i 60 e 70mila euro, contributo che viene per legge assegnato a discrezione della direzione. Questa voce è sparita dal previsionale 2019 mandando su tutte le furie i sindacati, oltre ai lavoratori ovviamente. Eppure la presidente assicura: “Il personale va salvaguardato e siamo impegnati a garantire gli stipendi a fine mese a differenza di altre strutture che non sono in grado di farlo: tutto questo senza toccare le rette, senza ricorrere all’esternalizzazione dei servizi e senza ridurre la qualità del servizio agli ospiti. Abbiamo fatto un taglio delle spese superflue in relazione alle entrate sempre più ridotte da Governo e Regione”. Resta il problema delle impegnative non pagate dalla Regione anche, se in parte, il problema è stato ridimensionato rispetto a qualche tempo addietro: adesso le impegnative non erogate si aggirano sulla ventina per un mancato introito di oltre 200mila euro annui su un bilancio di poco oltre i 6 milioni.

Risultati e strategie che non hanno convinto i due consiglieri Visentini e Mori. La presidente è apparsa stizzita per le dichiarazioni rilasciate alla “Voce” da Visentini arrivando a dire che “non ha votato il bilancio perché non è stata accolta la sua proposta di destinare i duemila euro della donazione per una mini rassegna teatrale”. Invece questo è un aspetto marginale rispetto alle osservazioni che la stessa Visentini ha messo nero su bianco e inviate a cda e direttore via pec qualche giorno prima della riunione. Osservazioni non prese in considerazione nella riunione, tuttavia aveva fatto sapere che se fosse stato ripristinato il plafond del salario accessorio variabile avrebbe votato a favore, pur sorvolando su altre voci. Così ha inviato le stesse osservazioni al revisione dei conti Marco Turatti, nominato dalla giunta regionale. Sullo sfondo scalpita la Lega che torna a chiedere le dimissioni di Passadore e cda.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy