you reporter

Porto Viro

Classi in esubero, caos iscrizioni a Porto Viro

La paura dei genitori è che scelga la presidenza dove dirottare gli alunni delle primarie in eccesso

Classi in esubero, caos iscrizioni a Porto Viro

Alunni in esubero in alcuni plessi scolastici delle scuole primarie, è caos iscrizioni nell’Istituto comprensivo di Porto Viro. La segnalazione arriva direttamente dalle mamme delle bambine e dei bambini che dovrebbero iniziare a settembre la loro educazione nella scuola primaria. Una questione generalizzata, che coinvolge i plessi scolastici delle scuole primarie Porticino (C0ntarina), “Aldo Moro” (Contarina), “Torquato Cesare Capato” (Taglio di Donada) e “Monsignor Sante Tiozzo” (Donada).

Mio figlio l’ho iscritto nella primaria di Taglio di Donada - racconta una mamma - visto che c’era la facoltà di scegliere tra i vari plessi. La preside (Paola Passatempi ndr) ci ha comunicato che c’era un esubero di iscritti, convocandoci a un incontro per parlarne”. All’incontro, fa sapere la mamma, la preside era assente “ma siamo comunque stati accolti da due docenti, i quali ci hanno comunicato di cambiare plesso scolastico”.

La mamma spiega che gli iscritti alla “Capato” di Taglio di Donada erano 28, troppi per una classe, pochi per farne due. “Una sola famiglia ha scelto di spostare il proprio figlio, ma per le altre è un grosso problema organizzativo, se si è scelto questo plesso c’erano evidentemente delle esigenze particolari” riflette la mamma. Ma pure negli altri plessi di Porto Viro le cose non sembrano andare meglio. “Alla ‘Aldo Moro’ mi ha spiegato un’altra mamma che ci sono le classi a tempo normale e prolungato - racconta - non sono riusciti ad arrivare ai 15 iscritti per fare la classe a tempo normale, mentre per quell’altra ce ne sono 27, ma sembra che la mensa ne possa servire solo 22”.

Dall’incontro con i docenti, però, nessun’altra comunicazione. “L’unica cosa che ci hanno detto al momento è che due prime a Taglio di Donada non si possono fare - aggiunge - anche se gli spazi ci sarebbero. La nostra paura è che possa decidere la presidenza chi deve rimanere e chi invece dovrà essere dirottato in un altro plesso”. “Nonostante ci abbiano detto di stare tranquille, visto che ci sono ancora diversi mesi davanti - conclude - ma per quel che mi riguarda ho già una bambina che è iscritta a Taglio di Donada, i nonni lavorano e vivono a Taglio di Donada così come mio marito ed io. Sarebbe un grande problema. E questo vale per tantissime altre famiglie”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl