you reporter

Il report

Il mare minaccia 87mila polesani

L’Enea avvisa: entro 80 anni il livello del mare potrebbe crescere di 143 centimetri.

Il mare minaccia 87mila polesani

Il livello del mar Adriatico è destinato a crescere, nel giro di 80 anni, anche di quasi un metro e mezzo (secondo le stime più pessimistiche) inondando quasi 5.500 chilometri quadrati di territorio, da Grado a Ravenna. In mezzo, praticamente tutto il Delta del Po, che finirebbe irrimediabilmente sott’acqua.

E’ quanto contenuto in un dossier presentato ieri a Roma dall’Enea, l’ente nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, nell’ambito del convegno dal titolo “Pericolo Mediterraneo per l’economia del mare”.

E allora ecco come potrebbe ripercuotersi l’innalzamento del livello del Mediterraneo sulle coste dell’Alto Adriatico. Il modello più prudente, prevede, per l’anno 2100, un aumento del livello del mare compreso tra i 94 e i 103 centimetri. Una crescita che porterebbe, nello spicchio compreso tra Friuli e Alta Romagna, all’allagamento di 4.957 chilometri quadrati di territorio. Per capirci: un’area grande quasi tre volte il Polesine.

E se i capolavori di Venezia e Ravenna rischiano di andare perduti per sempre, è proprio la nostra provincia a pagare il prezzo più alto in termini di penetrazione del mare in quella che oggi definiamo terraferma. In questo scenario, infatti, l’Adriatico avanzerebbe per decine di chilometri, sommergerebbe l’intero Delta del Po, Adria e il cavarzerano, e arriverebbe fino alle porte di Rovigo: dalle parti di Villadose o giù di lì. Meno marcata, invece, la risalita delle acque lungo l’asta del Po.

Che finirebbe per allagarsi, invece, nel secondo - e più nefasto - modello, quello che prevede un innalzamento delle acque marine nell’ordine dei 131 (minimo) o 143 (massimo) centimetri, mandando sott’acqua altri 500 chilometri quadrati di territorio. In questo caso, il mare penetrerebbe anche lungo il corso del Po fin quasi all’altezza di Crespino. E il Polesine perderebbe circa un terzo delle proprie terre. Su cui, oggi, vivono circa 87mila persone.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl