you reporter

Soldi

Tassageddon: domani 65 scadenze

Burocrazia soffocante: domani il giorno nero dei pagamenti, tra 10 giorni 23 comunicazioni.

Tassageddon: domani 65 scadenze

Sessantacinque versamenti e ventitré comunicazioni. In soli dieci giorni, a partire da domani. Inizia così il febbraio nero dei lavoratori autonomi.

Fabbrica Padova, centro studi di Confapi, ha evidenziato infatti, nel suo ultimo studio, l’intasamento del 18 febbraio, “ma fanno ancora più specie - si legge in una nota - le scadenze di dieci giorni dopo, che non prevedono gettito aggiuntivo per le casse dello Stato ma solo nuovi impacci per imprenditori e contribuenti”. E il presidente Carlo Valerio commenta: “Non bastavano una pressione fiscale tornata a salire sopra il 42% e un sistema farraginoso per le e-fatturazioni: ora lo Stato ci seppellisce di richieste per dimostrarsi efficiente”.

La prima data da cerchiare in rosso è il 18 febbraio: domani. Lo è perché, dal versamento dell’Irpef da parte dei titolari di partita Iva arrivando ai versamenti obbligatori dell’Inps, si potranno mettere in fila 65 tipi diversi di imposte da pagare, tutte con la stessa scadenza.

Ma a fare ancora più specie è quanto accadrà dieci giorni dopo, il 28 febbraio. Quel giorno lo scadenziario dell’Agenzia delle Entrate prevede ben 23 comunicazioni per imprenditori e contribuenti.

“Un’ultima annotazione - concludono da Confapi Padova - stando alle previsioni elaborate dal ministero dell’economia, la pressione fiscale per il 2019 è destinata ad aumentare, dopo 5 anni in cui ciò non si verificava, e ad attestarsi al 42,3%, con un +0,4 rispetto all’anno scorso”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl