Cerca

Casa di riposo

Muore a 85 anni, esposto all’Ipab

Il presidente Bergantin: “Ancora nessuna comunicazione, ma abbiamo piena fiducia nella magistratura”

Muore a 85 anni, esposto all’Ipab

E’ morta mercoledì scorso a 85 anni dopo essere stata trasportata dall’Ipab “Danielato” al pronto soccorso di Adria, e i familiari hanno presentato un esposto per capire le cause del decesso. La morte di Giovanna Badan è diventata un caso per la magistratura, dopo l’esposto che il genero, Fiorenzo Tommasi, ha presentato per dare una risposta alla morte della 85enne.

In attesa degli esiti dell’autopsia sul corpo della donna, che è stata effettuata lunedì scorso, il presidente della casa di riposo di Cavarzere, Fabrizio Bergantin, rimane in attesa di eventuali comunicazioni da parte della polizia giudiziaria che, ancora, non sono arrivate. “Se quanto viene riportato è vero, visto che non ho alcun documento in mio possesso riguardo a eventuali esposti di familiari della signora Badan - le parole di Bergantin - posso solo dire che da parte mia e dell’intero consiglio di amministrazione c’è piena fiducia sull’operato della magistratura. Sono certo che se ci saranno profili di responsabilità, verranno messi in chiaro da eventuali indagini”. “Ma allo stesso tempo ho piena stima e fiducia in tutto il personale medico e infermieristico che lavora all’Ipab - aggiunge il presidente - persone professionalmente preparate e che sanno fare il proprio lavoro”.

“Se qualcuno ha sbagliato, se ne assumerà la responsabilità - conclude - ma non credo debba essere messa in dubbio la professionalità dei medici che operano nella casa di riposo e l’immagine di questa struttura all’avanguardia, la quale garantisce da sempre ai propri ospiti standard di accoglienza e cura molto elevati, come tutte le relazioni esterne degli enti preposti hanno dimostrato”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy