you reporter

In Vaticano

Il Papa ai Bellato: “In cielo avete due angeli speciali”

Bergoglio ha regalato ai coniugi adriesi due coroncine del rosario.

Il Papa ai Bellato: “In cielo avete due angeli speciali”

02/03/2019 - 19:06

Momento di commozione generale ieri mattina nell’aula San Paolo VI, in Vaticano, gremita da oltre seimila persone per l’udienza generale di Papa Francesco ai volontari dell’Ail nazionale in occasione del 50esimo anniversario di fondazione dell’associazione.

Circa a metà discorso il Papa afferma: “Vicinanza, prossimità, come Maria ai piedi della Croce. E ci sono tante storie, tante storie di croce tra voi. Soltanto vorrei nominarne una: permettetemi di ricordare oggi qui, una tra i tanti, Marilena e Silvano Bellato, come esempio. Hanno sofferto una doppia ‘mazzata’ dalla vita con la morte dei loro figli Fabio e Sara. Hanno avuto il coraggio di rimanere in piedi con la sofferenza, come Maria ai piedi della Croce. E da quel dolore sono riusciti ad andare avanti pensando alla ‘risurrezione’ di tanti bambini con la fondazione della sezione provinciale dell’Ail. Grazie tante a loro e a tanti che sono come loro. Grazie”.

Il pontefice termina il discorso, passa a salutare le persone in prima fila, in larga parte diversamente abili. Il Papa si ferma quindi davanti ai Bellato, li guarda, si rivolge a un collaborare e chiede due coroncine del rosario, si avvicina ai Bellato e stringe loro forte la mano per “alcuni minuti che mi sono sembrati interminabili” confessa Marilena.

Sono ammirato dalla forza che avete nell’aver sopportato tanta sofferenza trasformata in servizio agli altri, grazie per tutto quello che avete fatto”, dice loro Francesco. Aggiunge Silvano: “Ci ha sempre aiutato la fede”. Replica il Papa: “Sì, ma in cielo avete anche due angeli speciali che vi sostengono”.

Marilena e Silvano sono increduli per quello che sta succedendo attorno a loro: oltre all’emozione devono far fronte allo sbigottimento di chi gli sta intorno. Arriva a dire Silvano: “Ho scambiato quelle due parole con il Papa con una tale semplicità come se ci conoscessimo da sempre, quasi sembravamo fratelli, non riesco a rendermi conto di quello che è successo; è qualcosa di inspiegabile”.

Il servizio completo sulla Voce in edicola domenica 3 marzo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

La Voce di Natale
Natale con i nostri TESORI

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl