you reporter

comuni al voto

Alla ricerca di una squadra

Il sindaco Gilberto Desiati cerca amministratori volontari, la minoranza si ritira dalla corsa

Il sindaco di Villanova del Ghebbo rinuncia allo stipendio

Gilberto Desiati, sindaco di Villanova del Ghebbo

Il primo cittadino Gilberto Desiati è alla guida del paese dal 26 maggio del 2014 quando fu eletto con la lista civica Villanova futura. L'entusiasmo per il lavoro fatto e la voglia di continuare ci sono tutte, ora bisogna vedere se ci sono anche le persone disponibili a portare avanti un progetto perché, come sottolinea il sindaco, "in un paese piccolo non si può vivere di politica, bisogna prima lavorare".

"In questi cinque anni abbiamo fatto moltissimo - spiega Desiati, bancario di professione - dalla messa in sicurezza, e non solo, delle infrastrutture e degli edifici con l'asfaltatura delle principali vie del paese e gli interventi antisismici. Abbiamo riaperto le scuole medie e realizzato la Casa dei Villanovesi dove al primo piano ha trovato spazio il Fotoclub 85 che realizza corsi di fotografia e al piano terra gli spazi per la medicina di gruppo. Dispiace davvero molto che dopo tutto il lavoro che ha fatto il nostro comune, la Regione abbia bloccato la medicina di gruppo integrato dove, oltre agli ambulatori, avevamo già realizzato un grande parcheggio con 13 posti auto disabili che avrebbe dovuto servire all'incirca 12mila persone. Ora stiamo cercando figure come ad esempio i fisioterapisti per riempiere i due ambulatori vuoti".

"E ancora, abbiamo sistemato l'asilo integrato del Bornio dove ci sono le liste d'attesa per entrare. Dal punto di vista del lavoro, nonostante i momenti difficili passati, siamo ancora un polo attrattivo grazie al settore calzaturiero: durante il mio mandato abbiamo concesso due verianti al piano degli interventi per permettere l'ampliamento di due stabilimenti. E poi abbiamo fatto i corsi per insegnare l'arte calzaturiera coinvolgendo i pensionati del settore e siamo pronti ad un accordo con l'Itis per la realizzazione di una corso scolastico dedicato. Infine abbiamo dato vita a due associazioni che prima non c'erano come la Pro Loco e la Protezione Civile. Devo ringraziare moltissimo l'assessore esterno Massimo Bordin, senza la sua professionalità e generosità non saremmo riusciti a realizzare così tanti progetti".

Lauro Gardinale, consigliere di opposizione commenta questi cinque anni di mandato: “Amministrare un comune, soprattutto se piccolo, è sempre più difficile a causa delle scarse risorse e dei ridottissimi margini di manovra. In questi cinque anni non sono mai emersi chiari motivi di diatribe con la maggioranza. Anzi, c'è sempre stato confronto rispetto reciproco. Diverse cose che la giunta Desiati ha portato avanti avremmo provato a farle anche noi, come la rivalutazione dell'edificio delle ex scuole medie e la valorizzazione dell'asilo nido. Per i prossimi anni servirà portare a termine alcune progettualità che non sono ancora state concretizzate (in primis la rotatoria all'incrocio del Bornio) e che darebbero completamento all'azione di questo quinquennio. Altri punti da rafforzare ulteriormente saranno le iniziative a sostegno delle nuove nascite e delle famiglie, e le politiche ambientali. Per i giovani serve uno sforzo maggiore per coinvolgerli, integrando l'azione delle famiglie e delle scuole per un loro maggior coinvolgimento in paese e dare loro la possibilità di lavorare in loco una volta cresciuti. L'esperienza in consiglio comunale del nostro gruppo termina qua. Resteremo comunque attivi in comunità e collaboreremo con ogni mezzo per il suo sviluppo”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl