you reporter

LA MAXI INCHIESTA

Cocaina per il Delta, in 10 sotto accusa

In 23 indagati, in Bassopolesine si spacciava ad Ariano nel Polesine, Porto Tolle e Porto Viro

68788

L'indagine era stata condotta dalla Polizia

In Bassopolesine si spacciava a Porto Viro, Porto Tolle e Ariano. Nel Ferrarese a Codigoro, in particolare in località Valle Giralda. Questo lo scenario portato alla luce da una vasta indagine della squadra mobile della questura di Rovigo, assieme al commissariato di Porto Tolle, cominciate nel settembre del 2015 e proseguita sino all'ottobre dell'anno 2016. La rete di spacciatori, che poteva, secondo questa tesi, contare su approvvigionamenti da Boscochiaro di Cavarzere, Chioggia e Mesola, era composta da bassopolesani, ferraresi, veneziani e un nutrito gruppo di marocchini.

Ben 23 le persone rimaste coinvolte nell'indagine. Per numerose di queste erano scattate misure cautelari. Sette finirono in carcere, cinque ai domiciliari, per due venne disposto l'obbligo della presentazione alla polizia giudiziaria, gli altri furono indagati a piede libero. Dei 23 soggetti coinvolti, ne sono approdati a giudizio, nel pomeriggio di lunedì 25 marzo, unicamente dieci. Gli altri sono già passati attraverso i patteggiamenti o il processo con rito abbreviato.

Nel corso dell'udienza è stata disposta la trascrizione di migliaia e migliaia di conversazioni telefoniche. Un lavoro immane.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl