Cerca

Bagnolo di Po

"Bisogna attirare i giovani"

I cittadini: “Qui si vive bene, ma alla sera per le strade non c’è nessuno”.

"Bisogna attirare i giovani"

Prosegue il viaggio della Voce tra i comuni chiamati al voto. La tappa di oggi ci porta a Bagnolo di Po, paese di poco più di 1200 abitanti dell’Alto Polesine. Attualmente ad indossare la fascia tricolore è Pietro Caberletti, eletto con la lista civica Insieme, che sta per concludere il suo terzo mandato come sindaco.  In vista delle prossime elezioni abbiamo chiesto ai cittadini quali sono i problemi che affliggono questo piccolo comune e cosa si aspettano dalla prossima amministrazione comunale.

“Qui a Bagnolo di Po bene o male c’è tutto il necessario - racconta Aurora, in un bar nel centro del paese - l’unica cosa che manca è uno spazio per i bambini. Attualmente è presente solo un piccolo parco, ma si trova molto vicino a una strada, quindi se qualche piccolo salta il muretto è pericoloso. Poi sarebbe bello avere anche una piscina. Un altro problema sono i trasporti pubblici: gli autobus che passano ora non sono sufficienti”.

Seduta sui tavolini del locale assieme a lei c’è anche Manuela: “Alla sera Bagnolo di Po è deserto - aggiunge - non c’è nessuno in giro, ma si tratta di una situazione con cui si trovano ad aver a che fare tutti i piccoli comuni. Bisognerebbe riuscire ad attirare qui più giovani e creare posti di lavoro. Quando sarà realizzato il polo Amazon a Castelguglielmo magari le cose cambieranno un po’ e ci sarà una ricaduta anche sui paesi vicini”.

Nel piccolo supermercato del paese invece facciamo conoscenza con Paola: “Questo è un comune vivo - afferma - ci sono le scuole, la farmacia, la banca e tanti servizi. Qui viviamo molto bene, e anche per quanto riguarda la mia attività posso dirmi soddisfatta”. “Da Bagnolo di Po non andrei mai via - concorda Elena, sempre nel negozio di alimentari - ci conosciamo tutti, se uno ha bisogno di un favore gli altri sono pronti ad aiutarlo. Siamo una grande famiglia”.

“Tutti i servizi essenziali ci sono - aggiunge Alessandro - forse però bisognerebbe riuscire a far sì che i giovani del paese restino qui, e magari ad attirare nuove famiglie. Molti vanno a vivere nei comuni più grandi, soprattutto a Badia Polesine. A Bagnolo di Po purtroppo non ci sono tanti posti di lavoro, ci vorrebbe qualche azienda in più”.

Sullo stesso tono è anche il commento di Henry, che lavora nella tabaccheria del paese: “A Bagnolo di Po servono più insediamenti industriali e artigianali, in modo da attirare nuovi abitanti - spiega - conosco gente che sta cercando di vendere casa e non ci riesce. Adesso si parla di area Zes, staremo a vedere. Per il resto, nel mio piccolo, con la mia attività mi trovo bene in questo comune”.

Gianni invece chiede maggiore pulizia lungo le strade del comune: “Gli stradini non passano mai - afferma - Da quando è stata realizzata la rotatoria qui in centro non ho mai visto nessuno fare manutenzione nelle aiuole”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy