you reporter

A SCUOLA

“Accettate tutti gli impieghi e trasformateli in occasioni”

Un incontro incentrato sui rischi del web, l’altro sul mondo delle professioni

“Accettate tutti gli impieghi e trasformateli in occasioni”

Foto di gruppo dopo l'incontro

Scuola, lavoro e sicurezza: il consolato provinciale dei Maestri del Lavoro è salito in cattedra, la scorsa settimana, sia al liceo artistico Munari di Castelmassa che all’Ipsia Colombo di Porto Tolle. A relazionare al Munari sono stati l’ispettore superiore Luca Bordin e l’assistente capo Luca Taribello della polizia postale, introdotti dalla dirigente Maria Elisabetta Soffritti e dalla docente Lara Verzola, alle quali ha fatto seguito l’intervento del console provinciale, Flavio Ambroglini che ha sottolineato l’alta valenza educativa dell’incontro e l’opportunità informativa offerta ai giovani.

L’ispettore Bordin ha illustrato lo spinoso tema: “Uso del web: curiosità sicurezza e libertà”, spiegandone in modo molto chiaro e diretto i molteplici aspetti e le problematiche derivanti dell’uso scorretto della rete e le responsabilità in capo a chi sia implicato in episodi di cyberbullismo, pedopornografia ed altre forme di reato connesse ad un uso illegittimo del telefonino o altri supporti informatici. Gli studenti, che riempivano l’aula magna del Munari, hanno dimostrato grande attenzione e curiosità, rivolgendo tantissime domande ai relatori.

Al Colombo di Porto Tolle è stata invece la volta del maestro del lavoro Renzo Padoan che ha toccato il delicato tema del giusto approccio alla ricerca di un’occupazione lavorativa, mediante la compilazione corretta del curriculum vitae, al termine di un percorso di studio che “dovrebbe essere sempre intrapreso con il desiderio d’apprendere e di prepararsi adeguatamente ad affrontare un colloquio di lavoro con buone possibilità di favorevole esito”.

Padoan ha esortato gli studenti a non scoraggiarsi a fronte di prevedibili e reiterati dinieghi, trasformando la negatività in positività, cercando anzi di mostrare ad un potenziale datore di lavoro le proprie migliori e reali qualità, offrendo infine disponibilità anche verso offerte di lavoro non necessariamente in linea con le proprie aspettative.

In chiusura gli ha fatto eco il console Ambroglini che, evidenziando le criticità dell’attuale società in generale e del mondo del lavoro in particolare, ha spronato i giovani a non ripiegarsi su sé stessi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl