you reporter

degrado

Marciapiedi da incubo

La drammatica situazione nel quartiere Commenda Ovest

Marciapiedi da incubo

“Up and down, up and down. Almeno gli insegno l’inglese intanto”, scherza così Guendalina, una ragazza che abbiamo incontrato nel nostro giro in città alla ricerca dei marciapiedi distrutti e pericolosi da portare all’attenzione dei candidati sindaco. Marciapiedi sui quali, chiunque vinca nella corsa a Palazzo Nodari dovrà necessariamente intervenire.

Guendalina, lungo il marciapiede di viale Gramsci, in Commenda, praticamente impercorribile a causa dei dislivelli di oltre una trentina di centimetri che attraversano in più punti il camminamento a bordo strada, ha colto l’occasione per insegnare un paio di parole in inglese al bimbo che sta spingendo con il passeggino.

Perché, per superare quei veri e proprio gradini sul marciapiede (per non parlare delle siepi incolte che invadono il camminamento e riducono lo spazio di “manovra”) ci vuole fantasia.

Oppure bisogna trasferirsi sulla strada ma, con un bimbo a seguito meglio insegnargli “Su e giù” in inglese e scalare con calma i dislivelli. “Dobbiamo fare questa strada per forza - spiega la ragazza - le condizioni del marciapiede sono davvero indescrivibili, almeno in questo modo la prendiamo con filosofia”.

Purtroppo non è l’unico punto della Commenda dove camminare sui marciapiedi è impossibile. Avete mai visto viale Europa? La strada che costeggia il parco Maddalena? In quel tratto non è solo il marciapiede, praticamente inesistente a causa di buche, erbacce e foglie che lo nascondono, ma la ciclabile e la strada sono devastate da buche, dislivelli e radici che ormai attraversano tutta la carreggiata.

“Anche qui davanti sono cadute diverse persone anche mia moglie - spiega Vittorio, del Barrique di via Alfieri - La realtà delle buche qua è davvero importante. Mia moglie è caduta scaricando la spesa e ha riportato lesioni che ci sono costate parecchio in termini di terapie riabilitative, pronto soccorso e tutto il resto. Noi ai clienti dobbiamo dare sempre solo un consiglio: guardate per terra”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl