you reporter

la gara

L’Ulss 5 affida l’intero 118: medici privati in ambulanza

L'azienda sanitaria ha affidato il servizio di medicalizzazione del 118 di Adria e Trecenta

Una tragedia immane: bimbo di 11 anni sviene in casa e muore

Da lungo tempo era stato annunciato ed ora è diventato realtà: l’Ulss 5 Polesana ha affidato ad una società esterna il servizio di medicalizzazione del 118 degli ospedali di Trecenta ed Adria.

Un affidamento del valore di 650mila euro all’anno. Il servizio è stato affidato alla Global Medical Division Stp di Bologna per un anno, rinnovabile per un altro a seguito di una procedura di gara alla quale hanno preso parte tre aziende.

L’ormai cronica mancanza di personale non poteva che essere colmata in questo modo, più volte lo avevano spiegato i vertici dell’Ulss: concorsi deserti e carenza di specialisti nelle specialità di urgenza ed emergenza non avrebbe lasciato infatti loro altra alternativa. E, chiaramente, un servizio come quello del 118 non piuò rischiare in alcun modo di essere interrotto.

E quindi, dopo anni di medici e personale a gettone, l’Ulss, autorizzata dalla Regione, ha preso la drastica decisione di affidare completamente il servizio ad una azienda esterna, ovviamente specializzata.

Tra le quattro ditte che avevano partecipato alla gara, due erano risultate inadatte e la commissione aggiudicatrice le aveva subito scartate.

Tra le due società rimaste, la prima classificata è stata infine esclusa perché la sua offerta è stata ritenuta “inadeguata ed incongrua”. Ad aggiudicarsi il servizio, alla fine, quindi, è stata appunto la Global Medical Division Stp di Bologna.

Alla ditta in questione è stato affidato, nello specifico, il servizio di “medicalizzazione del 118 degli ospedali di Trecenta e di Adria dell’Azienda Ulss 5 Polesana per il periodo di un anno, eventualmente rinnovabile di un ulteriore anno, per un importo annuo di 650mila euro (Iva esente)”.

La decorrenza del nuovo contratto parte dal mese di giugno 2019 e avrà durata fino al mese di maggio 2020, “riservandosi nel contempo di procedere alla verifica del possesso dei requisiti prescritti negli atti di gara nonché agli adempimenti previsti per l'aggiudicazione dal disciplinare di gara”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl