you reporter

Cavarzere

“Perché andare il 25 aprile a Venezia?”

La replica del sindaco Tommasi che non ha indicato alcuno per il Premio San Marco.

“Perché andare il 25 aprile a Venezia?”

Durante questa settimana non sono mancate le polemiche riguardanti la scelta dell’amministrazione comunale di Cavarzere, che non ha segnalato alcuna eccellenza locale per la manifestazione che si è tenuta a Palazzo Ducale a Venezia, il premio “Festa di San Marco”. Tutti i comuni della provincia veneziana erano invitati a segnalare almeno il nome di un personaggio o un’associazione del proprio paese considerata un’eccellenza. Sembrava che Cavarzere avesse perso l’invito, o questa era almeno la giustificazione che aveva dato il vicesindaco Paolo Fontolan, ignaro che fosse arrivato.

Invece Cavarzere ha deciso proprio di non presentare alcun nome, ed è il sindaco Henri Tommasi che, dopo l’attacco della minoranza, spiega le ragioni della sua scelta: “Credo che ogni associazione e ogni personaggio della città di Cavarzere è giusto che abbiano festeggiato il 25 aprile nella propria città e non distante da essa”. “Abbiamo lavorato tanto in questi mesi per organizzare al meglio la festa della Liberazione qui a Cavarzere, riuscendo anche a dar voce alle scuole e facendo il possibile perché tutti gli studenti capiscano cosa vuol dire la libertà e quante vite è costata - sottolinea - non vedo perché proprio il 25 aprile io debba, insieme a qualche associazione o personaggio del territorio, abbandonare il mio paese, che rappresento e che ho a cuore, per andare ad una manifestazione che poteva essere tranquillamente svolta un altro giorno”.

“Vorrei poi specificare che tutti coloro che si lamentano della mia assenza a Venezia dovrebbero farsi un esame di coscienza, visto che proprio loro alle manifestazioni importanti come il 25 aprile non erano presenti - conclude Tommasi - non ho visto nessuno della minoranza festeggiare insieme al paese, che anche loro rappresentano, il 25 aprile, festa della Liberazione, ma quando è ora di far polemica sono sempre in prima fila”. “Per questo credo che prima di parlare bisogna capire quali sono priorità di un giorno così importante” chiosa Tommasi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl