you reporter

La questione veneta

“Lega, sveglia: adesso ci serve l’autonomia”

Giordano Riello: “I Cinque Stelle vogliono bloccare tutto. Di Maio sbaglia. Dopo le Europee, più incisività”.

“Lega, sveglia: adesso ci serve l’autonomia”

Risponde al telefono da Rovereto, Giordano Riello. E non è un caso. Un anno e mezzo fa, ha scelto la cittadina in provincia di Trento per lanciare la nuova startup del gruppo industriale di famiglia, Nplus, quindici dipendenti e vocazione manifatturiera. “Sa quante sono le aziende manifatturiere che nascono in Italia, oggi? Pochissime, anzi, quasi nessuna. Viviamo in una realtà in cui, a livello italiano, chiudono 240 attività ogni giorno. Numeri da capogiro”.

Inutile chiedergli perché abbia scelto proprio Rovereto. “La provincia autonoma di Trento - spiega - offre condizioni molto più vantaggiose rispetto alle altre regioni, sia dal punto di vista amministrativo che per quantità di fondi a disposizione”.

E il Veneto? “Sono convinto che abbia tutte le carte in regola per gestire bene l’autonomia. Anzi, sa che le dico? Possiamo comportarci persino meglio del vicino Trentino”.

Eppure, a Roma tutto è bloccato. “Il Movimento Cinque Stelle ha scelto di bloccare, o comunque di rallentare il più possibile, con delle scuse abbastanza pretestuose, quello che è un processo legittimo e previsto dalla Costituzione. Trovo che la loro sia una posizione imbarazzante. Di Maio sbaglia”.

Dal 27 maggio, dopo le Europee - conclude - servirà un’incisività più forte, non solo sull’autonomia ma anche sui temi industriali, che vanno affrontati in modo serio e responsabile”.

L'intervista completa sulla Voce in edicola mercoledì 8 maggio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl