you reporter

La super Confindustria

Colosso industriale da 5.500 imprese

Finco (Padova) e Piovesana (Treviso): “Renderemo il territorio più competitivo e attrattivo”

Colosso industriale da 5.500 imprese

08/05/2019 - 18:38

Padova e Treviso sono favorevoli e pronte all’aggregazione con Rovigo e Venezia. Una fusione a livello di Confindustria che andrà a formare la seconda associazione industriale d’Italia, secondo solo alla milanese Assolombarda (6mila imprese associate). Entro un anno, in base ai programmi che si sono dati i vertici delle due territoriali (destinati ad unirsi in matrimonio) sorgerà un colosso di circa 5.500 imprese associate (1.600 circa di Venezia-Rovigo e poco meno di 4mila di Padova-Treviso), capace di produrre un fatturato di quasi 40 miliardi di euro con 184mila addetti. Numeri di una piccola nazione, che potrebbe creare una massa “industriale” in grado di dare una spinta decisiva allo sviluppo del territorio.

Il percorso della super Confindustria è ancora da costruire, serviranno passaggi statutari, voti, assemblee, ma è già scattato dal via e che prevede già i binari sui quali correrà nei prossimi 12 mesi. Favore unanime, quindi, anche dai vertici confindustriali di Padova e Treviso, Massimo Finco, presidente di Assindustria Venetocentro e Maria Cristina Piovesana, presidente Vicario dicono: “Registriamo con grande soddisfazione la decisione unanime del consiglio di presidenza e del consiglio generale di Confindustria Venezia area metropolitana di Venezia e Rovigo di aprire un tavolo di confronto con Assindustria Venetocentro imprenditori Padova Treviso per verificare le condizioni per una possibile integrazione tra le due associazioni. La decisione risponde positivamente ad un disegno e ad un’apertura che, come Assindustria Venetocentro, avevamo già rappresentato come visione e prospettiva in occasione dell’assemblea del 15 giugno 2018 fondativa della nuova organizzazione di Padova Treviso”.

E ancora: “Negli ultimi mesi sono seguiti contatti e interlocuzioni con Confindustria Venezia-Rovigo che hanno portato a questo pronunciamento. Nelle prossime settimane il nostro impegno con loro sarà totale per definire e condividere un percorso che possa approfondire nei tempi necessari le diverse questioni in campo, sia rispetto alla governance sia all’organizzazione delle due strutture”.

Secondo i vertici di Padova-Treviso “il progetto ha come obiettivo favorire la creazione e dare identità, attraverso un unico soggetto di rappresentanza associativa, a uno spazio metropolitano che renda il nostro territorio più competitivo per le nostre imprese e più attrattivo per i giovani, il capitale umano e gli investimenti. Una visione largamente condivisa e di grande attualità. Da qui la soddisfazione per questa nuova tappa e per il mandato unanime al presidente Vincenzo Marinese. Qualunque ipotesi di integrazione richiederà naturalmente di verificare l’adesione e il consenso degli organi sociali e prima ancora, e in modo partecipativo, della base associativa dei soggetti coinvolti, quale passaggio preliminare e indispensabile”.

Il voto che ha dato il via al processo di aggregazione è stato dato dagli organi di Confindustria Venezia-Rovigo lunedì scorso. Un ok unanime che ha messo in moto l’aggregazione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl