you reporter

la protesta

In 1300 firmano il documento: "Siamo pochi, così non ce la facciamo"

Dopo la raccolta firme tra medici e infermieri, le rappresentanze sindacali sono state ricevute in Prefettura

In 1300 firmano il documento: "Siamo pochi, così non ce la facciamo"

"La situazione degli organici nella sanità pubblica di questa provincia sta diventando una vera emergenza così da determinare l’impossibilita ad assicurare i servizi e cure ai cittadini, e non sono più rinviabili politiche di investimento e valorizzazione sui lavoratori perchè è a rischio la stessa sanità pubblica". Con queste motivazioni le rappresentanze sindacali dell’Ulss 5 Polesana, nel proseguo dell’iniziativa di denuncia della grave situazione degli organici soprattutto medici ma non solo, sono stati ricevuti dal prefetto di Rovigo, dottoressa Maddalena De Luca. L’incontro, promosso dalle rappresentanze sindacali, aveva la finalità di consegnare il documento sottoscritto da circa 1300 lavoratori della dirigenza e del comparto della nostra Ulss. “L’incontro, oltre alla consegna del documento, è stata l’occasione per rappresentare al prefetto le criticità che quotidianamente vengono affrontate nei 3 ospedali pubblici polesani - continuano i sindacati - dovute principalmente alla ormai cronica carenza di personale, soprattutto medici specialisti che in Polesine condiziona in modo pesante l’attività dei professionisti”.

“La riduzione degli investimenti in ambito sanitario, la colpevole indifferenza dei governi e delle Regioni nei confronti della programmazione insensata degli ingressi alla scuola di medicina e alla formazione specialistica determinando una carenza spaventosa di medici specialisti, dieci anni di blocco del contratto della dirigenza medica-veterinaria che viola il diritto di lavoratori dei professionisti medici, la drastica riduzione della dotazione organica medici dovuta spesso a fughe per le condizioni di lavoro e alla difficoltà a reperirne le sostituzioni, tutto questo a portato a

condizioni di lavoro inaccettabili. Il prefetto ha accolto con interesse tutte le osservazioni, garantendo un suo impegno presso le sedi competenti per far fronte alla difficilissima situazione della sanità polesana”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl