you reporter

COMUNE

L’ordine: “Tappate le buche!”

In mattinata riunione tra commissario, polizia locale e Lavori pubblici. A breve si parte

L’ordine: “Tappate le buche!”

L’indirizzo impartito dal commissario prefettizio nella mattinata di ieri, nella riunione che, in Comune, ha coinvolto polizia locale e settore Lavori pubblici, è stato chiaro: le buche vanno chiuse, al più presto.

Se non altro quelle - e non sono poche - che costituiscono un rischio. Un esempio sopra tutti: la voragine che si è aperta sullo svincolo che dalla Tangenziale porta in via Fermi.

Tutte, in questa fase di assoluta emergenza, come sempre sono state inventariate dalla polizia locale e, ove possibile, segnalate con cartellonistica. Non sempre, però, questa strada è percorribile. Tornando al caso della voragine sullo svincolo, per esempio, non si può piazzare un cartello stradale in mezzo alla carreggiata; sarebbe un rimedio peggiore del male. Si è ovviato con un segnale poco prima dello svincolo. Meglio di niente, certo. Si deve, però, tenere conto anche del maltempo, col vento che spesso abbatte i cartelli, trasformandoli a loro volta in pericoli.

In parole povere, la polizia locale ha fatto tutto il possibile, ma riempire le buche, per quanto in emergenza, spetta ad altri. Di questo si è parlato nel corso del vertice.

Non si tratta - nessuno si faccia illusioni - di un piano di sistemazione delle strade cittadine. Ma di una misura d’urgenza per riparare a quei dissesti che possono provocare incidenti gravi e comportare, oltre a risarcimenti, anche responsabilità penali.

I primi sopralluoghi sono scattati immediatamente. A breve potrebbe arrivare una boccata d’aria per gli utenti della strada rodigina. Per la soluzione definitiva, invece, se ne parlerà dopo le elezioni. Forse.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl