Cerca

Pallacanestro maschile

Cipriani si gioca tutto alla "bella"

Il presidente: "A Martellago servirà la gara perfetta"

Il Cipriani Nuovo Basket Rovigo vince gara due di semifinale e porta la serie alla bella, che si giocherà lunedì a Martellago, con inizio alle 21.

La partita non è mai stata in discussione. I ragazzi di Ventura, in un palasport da quasi esaurito, hanno dominato dall’inizio alla fine, respingendo gli assalti dei mai domi veneziani, trascinati da un ottimo Brusò.

Rovigo comincia con Turri, Tiberio, Doati, Braggion e Diagne, e ingrana subito la quarta, con le prodezze di un ottimo Doati e una prestazione difensiva sopra le righe di Diagne, bravissimo ad annullare il lungo Neubauer, che all’andata ne mise a segno 22 contro i 4 punti del match di ritorno. Il primo parziale termina con Rovigo sopra di 11.

Secondo quarto sempre all’insegna dell’immarcabile coppia di esterni Doati-Tiberio, e con il capitano rossoblù Diagne che sotto canestro fa letteralmente a sportellate con Neubauer. In regia, si alternano Turri e Donà, entrambi bravissimi anche in fase difensiva a contenere Shehata e Costantini, e la musica non cambia. Si rientra in campo, per l’ultimo parziale, con Rovigo sopra di 15 e dopo aver superato anche le 20 lunghezze di differenza.

Martellago non molla e, complice anche un pericoloso rilassamento dei rossoblù, a 1’ dalla fine si porta sul -7 grazie alle invenzioni del solito Brusò e di Martinovich, che allo scadere segna la bomba che rende la sconfitta veneziana un po’ meno amara.

Rovigo esplode di gioia. Lunedì sera servirà una vera impresa per espugnare il difficile campo di Martellago, ma il Cipriani ha mostrato di potercela fare.

Sulla  "Voce" di lunedì 20 maggio l'articolo completo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy