you reporter

Rugby Top 12

Zambelli riconferma Casellato e Properzi

Il patron a tutto tondo dopo la finale persa

Zambelli riconferma Casellato e Properzi

È un tono meno amareggiato quello del presidente della Femi Cz Rugby Rovigo Delta Francesco Zambelli, il giorno dopo la finale di Calvisano.

Sa bene che la sua squadra ha dato tutto, che fino alla fine ci ha creduto e che in fin dei conti è stato comunque un successo essere arrivati anche quest'anno in finale.

Un traguardo che ha quasi un valore doppio, visto che la squadra è riuscita a giungere fino a qui grazie a tanti sacrifici e rinunce. La formazione che è stata plasmata un po' alla volta dal gioco di Umberto Casellato, che tirato fuori il massimo dalla rosa che aveva a disposizione.

“Con il senno di poi ci sono tanti aspetti da prendere in considerazione per la sconfitta subita sabato - dichiara il presidente - non sono stati solo i due calci sbagliati a farci perdere, ma il fatto che tutta la squadra non c'era mentalmente, l’entusiasmo che era stato accumulato durante tutta la settimana non è stato sufficiente per arrivare alla vittoria”.

“Nei sei giorni che hanno anticipato la finale, la voglia di vincere era veramente tanta, indescrivibile, ma non è stato abbastanza per riuscire a scendere in campo ed imporre il proprio gioco - continua - Dispiace perché sembrava che ce la potessimo fare, che questa fosse la volta buona per arrivare allo scudetto”.

Il patron anticipa: “I coach Casellato e Properzi sono confermati per la prossima stagione e sono sicuro che partendo con le idee chiare, il prossimo anno sapremo realmente fare la differenza anche contro il Calvisano, che fino ad oggi è sempre riuscito a dimostrare di essere la squadra da battere e probabilmente lo sarà anche il prossimo campionato”.

“Sicuramente è stata un’annata positiva dal punto di vista anche economico, perché abbiamo risparmiato molto e siamo riusciti a guadagnare grazie ai due approdi in finale”.

L’ultimo pensiero è rivolto ai tifosi: “Il prossimo anno sarebbe bello regalare loro la finale in casa a Rovigo. Anche quest’anno, se avessimo giocato al Battaglini, la situazione sarebbe stata ben diversa”.

Sulla "Voce" di lunedì 20 maggio l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Riccardoboraso

    20 Maggio 2019 - 15:03

    Troppo benevolo. Mancano pochi, ma necessari innesti, 2^ linea, un vero mediano di apertura che sappia vedere e calciare. Inoltre sostituire che se ne va; uno per tutti CIOFFI.

    Rispondi

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl