you reporter

Ciclismo

Il Treno Arancio invade Verona

Ottime prove del Ciclo Delta che conquista il secondo posto alla “Granfondo Alè La Merckx”. La squadra si è presentata con 39 partecipanti. Grandi risultati per Fabrizio Poletto e Giacomo Stoppa.

Il Ciclo Delta al 2° posto alla Granfondo di Verona. Ottimi risultati per Stoppa e Poletto. Un’altra domenica alla grande per il Treno Arancio del Ciclo Delta 2.0 che, in occasione della Granfondo Alè La Merckx, con la suggestiva partenza in una delle “perle” di Verona, la maestosa Piazza Brà, a fianco dello splendore dell’Arena, il team polesano ha spopolato, presentandosi nelle griglie, con ben 39 partecipanti.

Con una perfetta organizzazione collaudata da molti anni, la Granfondo di Verona ha richiamato, nella città di Romeo e Giuglietta, oltre 2mila partecipanti che si sono affrontati nei due percorsi proposti: il “lungo” che misurava 129 chilometri con oltre 2500 mt dls, e il “corto” di 81 chilometri con quasi 1500 mt dls. Entrambi i percorsi includevano il tratto cronometrato denominato “la salita del Cannibale” in omaggio al campionissimo Eddy Merckx che pedalava spesso su queste strade e delle quali ne era innamorato.

Per quanto riguarda gli atleti del Ciclo Delta, a parte la sfortuna che ha interrotto, a causa di una rovinosa caduta, la gara di Alessandro Peraro (al quale, vanno gli auguri per un pronto rientro alle gare), va sicuramente elogiata la prova di Fabrizio Poletto che, nel percorso “corto”, ha chiuso in 2h26’30” con una velocità media 33,58 km/h classificandosi 80° assoluto e un ottimo 5° posto di categoria.

Si migliora sempre più anche Michele Boscolo in 2h28’54”, 113° assoluto e 19° di categoria. Buono il risultato pure di Alessio Mantovan, 2h31’28”, 148° assoluto e 23° di categoria. Poi, sul traguardo posto al termine della salita sulle Torricelle, sono giunti: Denis Marangon in 2h37’28”; Emanuele Scabin in 2h31’49”; Angelo Boscolo in 2h44’48”; Michele Marangoni in 2h46’25”; Davide Tolomei in 2h46’47”; Barbara Bovolenta in 2h46’48” con un ottimo 11° di categoria; Stefano Guarnieri in 2h48’48”; Jacopo Bortolotti in 2h51’01”; Paolo Cazzadore in 2h51’16”; Giuseppe Mirimin in 2h58’41”; Gianfranco Bergantin in 3h09’32”; Claudio Bergamini in 3h12’58”; Mirco Vettorello in 3h17’20”; Massimo Boscarato in 3h17’20”; Manuela Boscolo in 3h17’20”; Renato Fabbri in 3h17’21”. E poi, sempre nell’ordine, Amanzio Pellizzari, Franco Ferroni, Alberto Battiston, Roberto Previato, Daniele Picardi, Massimo Bertaggia, Roberto Siviero e Vainer Mantovan.

In 11 invece, giunti al bivio, hanno scelto il percorso decisamente più impegnativo, denominato ovviamente “lungo”: da incorniciare l'ottimo risultato ottenuto dal giovane Giacomo Stoppa, che ha fermato il cronometro con il tempo di 4h21’28”, con una media oraria di quasi 30km/h, 151° assoluto e 26° di categoria. E poi, gli altri nostri granfondisti sono stati nell’ordine: Simone Nicolasi in 4h32’47”; Luca Tenan in 4h50’39”; Michele Tandin in 5h02’22”; Paolo Fanchini in 5h04’58”; Davide Padovani in 5h16’30”; Mirco Padovan in 5h29’14”; Mauro Giordani in 5h36’09”; Roberto Mantovani in 5h36’09”; Roberto Padoan in 5h43’11”; la “Wonder Woman” Arianna Selvatico in 5h53’26”.

Tutti ovviamente hanno contribuito affinchè il Team Ciclo Delta 2.0 sia salito sul 2° gradino del podio, nella classifica dei chilometri pedalati dai loro tesserati. Decisamente un ottimo risultato che riempie di orgoglio tutti i tesserati del “mitico” Treno Arancio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl