you reporter

Economia

Toffanin: “Zes, la Lega con chi sta?”

La senatrice: “Chiedo, con il cuore in mano, che i parlamentari del Carroccio si impegnino di più”

Toffanin: “Zes, la Lega con chi sta?”

 “La Lega si deve imporre per non far perdere la Zes al Polesine e a Marghera”. A ribadirlo è Roberta Toffanin, senatrice di Forza Italia che rimarca come per far riportare all’ordine del giorno del governo l’istituzione della Zes serva una forte presa di posizione, me di coscienza dei parlamentari del Carroccio. “Loro - dice Toffanin - stanno nel governo, e loro possono imporsi con i loro alleati per non far perdere al territorio questa opportunità”. Roberta Toffanin non è polesana, è di Padova, ma è stata eletta nel collegio che comprende Rovigo, e quindi si sente più che in dovere di portare avanti le istanze del territorio polesano. Lunedì era a Rovigo, per partecipare in Provincia all’incontro sulla Zes, mentre non c’era Antonietta Giacometti, parlamentare polesana della Lega. Ma la partita si gioca a livello di governo. Ed anche ieri da Roma è arrivata l’ennesima brutta notizia.

La senatrice Toffanin spiega che “questa mattina ho chiesto al ministro per il sud, Barbara Lezzi, la possibilità di reinserire nel decreto crescita l’istituzione della Zes per il Polesine e Marghera. La risposta è stata negativa, con la motivazione che al momento non ci sono risorse economiche da mettere su questa partita. Una scusa perché, come ha spiegato Confindustria, l’istituzione della Zes sarebbe a costo zero. Si tratta solo di volontà politica. I 5 Stelle non vogliono, e i leghisti che vorrebbero non stanno facendo tutto il possibile”.

La stessa Toffanin racconta che “nei giorni scorsi l’emendamento per la Zes in Veneto era stato presentato. Poi, però, il relatore dei 5 Stelle ha deciso di estrometterlo dal decreto crescita, per lasciare solo quelli ritenuti prioritari. I rappresentanti della Lega hanno accettato questa scelta, si sono mostrati d’accordo. Non è questo il modo per sostenere l’introduzione della Zes”. Toffanin ripete che ora “l’unico modo per non perdere ora questa possibilità è quella di un maxiemendamento al decreto presentato dal governo, sul quale poi probabilmente porrà la fiducia. Bisogna però che un esponente del governo introduca in questo maxiemendamento l’istituzione della Zes. Ci sono pochi giorni a disposizione, a questo punto la Lega deve dimostrare di essere vicina al territorio. Questa è una partita indispensabile, una di quelle che stabiliscono il futuro. La Lega vuole assumersi la responsabilità di non fare di tutto per la Zes?”

La stessa Toffanin, poi, ammette, con amarezza, che “purtroppo dobbiamo constatare che sui temi di lavoro, impresa, rilancio economico, questo governo sta facendo poco o nulla. Ci sono tavoli di crisi aperti, eppure il Movimento 5Stelle non fa quello che dovrebbe fare. E’ avvilente perché è su queste cose che poi le generazioni future ci giudicheranno. Per tutto questo chiedo alla Lega, con il cuore in mano, che si impegni su queste partite, a cominciare dalla Zes”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl