you reporter

Arquà Polesine

Macroarea, c’è una denuncia per falso

Primo consiglio comunale infuocato: Siviero chiede le dimissioni del sindaco.

Ultima chiamata per salvare l’Ikea

Si apre con una querela per falso in atto pubblico, il secondo mandato da sindaco di Arquà di Chiara Turolla. A depositarla in procura, il consigliere comunale di opposizione di Fabrizio Siviero, il cui intervento - ovviamente a tema macroarea - ha letteralmente infiammato il primo consiglio comunale, l’altra sera.

La querela è contro ignoti, ma in aula Siviero ha fatto nomi e cognomi di chi ritiene i responsabili politici dell’accaduto: “Signor sindaco Chiara Turolla, lei è coinvolta materialmente e professionalmente, n quanto responsabile della trasparenza e della correttezza degli atti amministrativi da lei compiuti. Ritenendola non idonea a ricoprire la carica, chiedo formalmente le sue dimissioni, come le chiederò ogni giorno finché sarà in carica”, ha tuonato Siviero.

Per aggiungere: “Chiedo anche le dimissioni del vicesindaco Luigi Carlesso, dell’assessore Roberto Bellinato e del consigliere comunale (con delega ai lavori pubblici) Giancarlo Brancalion”.

Il servizio completo sulla Voce in edicola giovedì 13 giugno.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl