you reporter

Porto Viro

Sicurezza, il comune chiama la vigilanza privata

Affidato un incarico all'Istituto cooperativo di vigilanza per il controllo del territorio

Sicurezza, il comune chiama la vigilanza privata

C’è carenza d’organico nel corpo di Polizia locale a Porto Viro, e il comune prova la strada della vigilanza privata. L’amministrazione del sindaco Maura Veronese ha investito circa 5mila euro per un servizio di vigilanza ispettiva privata nel territorio comunale. L’incarico è stato affidato all’Istituto cooperativo di vigilanza di Porto Tolle. Il comandante della Polizia locale, Mario Mantovan, sulla determina di affidamento ha sottolineato che “la richiesta di sicurezza proveniente dalla cittadinanza risulta attuale e concreta e che tale istanza risulta ancor più sentita durante il periodo estivo e nel periodo natalizio”.

“Constatato che la carenza d’organico della Polizia locale, oggettivamente, fa sì che non si possa garantire una completa e costante vigilanza del territorio comunale, specialmente in orario notturno - prosegue il comandante Mantovan - per aumentare la sicurezza, specialmente all’interno del centro abitato di Porto Viro, si ritiene dunque opportuno attivare in via sperimentale a partire dall’1 luglio prossimo, un servizio di vigilanza ispettiva privata che permetta la sorveglianza notturna di diversi punti sensibili”. L’impegno economico sarà di 4.941 euro Iva compresa e, come detto, il servizio partirà dall’1 luglio prossimo, e fino al termine dell’estate.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl