you reporter

La giornata mondiale del donatore

"Un dono che può salvare una vita"

La presidente dell’Avis provinciale Barbara Garbellini: “Il Polesine è autosufficiente, ma c’è sempre bisogno d’aiuto: più siamo e meglio è”.

"Un dono che può salvare una vita"

“Donare è importante, può salvare una vita. E più siamo meglio è: c’è sempre bisogno d’aiuto”. Oggi ricorre la giornata mondiale del donatore di sangue, istituita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. E in questa occasione la presidente dell’Avis Provinciale Barbara Garbellini lancia un appello ai polesani, invitandoli a diventare donatori. Perché se è vero che la provincia di Rovigo lo scorso anno è riuscita a raggiungere l’importante traguardo dell’autosufficienza per quanto riguarda il fabbisogno di sangue delle sue strutture sanitarie, è vero anche che il dono non conosce confini.  E che un semplice gesto può contribuire a salvare delle vite.

Presidente, quanti sono “i numeri” all’Avis polesana?

“Al 31 dicembre scorso contavamo circa undicimila donatori e 17mila e 100 donazioni effettuate, tra sangue e plasma. Nonostante pure l’Avis polesana segua il trend nazionale che vede un calo di donatori, abbiamo comunque registrato un numero positivo di nuovi iscritti che si sono avvicinati alla donazione. La provincia di Rovigo registra il più alto numero di donazioni per mille abitanti e il più alto indice di donazioni per donatore in Veneto. Siamo riusciti nono solo ad essere autosufficienti a livello provinciale, ma anche a dare supporto ad altre province venete, in particolare a Padova e a Verona, dove viene effettuata la maggior parte delle operazioni di trapianto, e ad altre regioni come il Lazio, il Fiuli Venezia Giulia e la Basilicata. E, come da convenzione, abbiamo inviato settimanalmente delle sacche di sangue a Cagliari: lì infatti il numero dei casi di talassemia è elevato e non riescono ad essere autosufficienti”.


Se qualcuno volesse dare il suo contributo e diventare un donatore a chi dovrebbe rivolgersi?


“Se una persona vuole iscriversi può chiamare o andare direttamente ai centri trasfusionali di Rovigo, Adria e Trecenta, dove le sarà consegnata la modulistica necessaria e verranno effettuati i test per l’idoneità. Inoltre è possibile contattare gli uffici unici di chiamata (i numeri sono sul sito dell’Avis provinciale), oppure la sede di Rovigo allo 0425 35860 per avere tutte informazioni del caso”.


Quali sono i requisti necessari per poter donare il sangue?

“Bisogna avere un minimo di 18 anni, pesare almeno 50 chilogrammi ed essere in buona salute. Si dona fino a 65 anni ma abbiamo fatto un accordo con il centro trasfusionale per prolungare il limite fino al compimento dei 69 anni, visto che l’età media della popolazione è aumentata e gli studi medici dicono che i donatori della nostra provincia sono sani e in buona salute. Quindi possono continuare a donare anche dopo i 65 anni, ovviamente con cadenze meno frequenti”.


L’Avis inoltre è impegnata in una lunga serie di attività in tutta la provincia...

“Il nostro gruppo giovani ormai da anni organizza eventi formativi e di promozione nelle scuole, sia primarie che secondarie, e in tutto il territorio polesano. Sempre come Avis provinciale poi sponsorizziamo vari gruppi sportivi. Ma non siamo solo al fianco dello sport e della scuola, il nostro gruppo giovani sostiene anche la musica: per esempio il 13 luglio a villa Cagnoni di Villamarzana si terrà una serata rock. Inoltre affianchiamo e coordiniamo le sedi comunali per dare ovunque una buona informazione sull’importanza delle donazioni e per garantire l’autosufficienza della nostra provincia. E il prossimo anno, in occasione della giornata mondiale del donatore, organizzeremo in grande evento in cui tutte le sedi comunali saranno impegnate contemporaneamente per fare informazione”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl