you reporter

consiglio comunale

Azzalin e Aretusini alla guida dei gruppi consiliari

E per la presidenza si pensa a Nadia Romeo. Lunedì, la nomina della giunta Gaffeo

Azzalin e Aretusini alla guida dei gruppi consiliari

Certo, ci sarà ancora tempo per cambiare idea, ma per il momento nessuno dei consiglieri eletti ha rinunciato alla carica. Neppure Silvia Menon che questa settimana sarebbe passata per Palazzo Nodari, come i colleghi, a ritirare la sua documentazione da compilare prima del primo consiglio comunale (che sarà sicuramente - così prevede il regolamento - convocato entro la fine del mese), ma non la avrebbe ancora restituita. Non avrebbe quindi, ancora, formalmente rinunciato all’incarico di consigliere di opposizione.

E come lei anche gli altri. Agli uffici comunali non sarebbe in questi giorni arrivata alcuna rinuncia all’incarico. E allora, intanto, i gruppi si organizzano. La Lega ha già consegnato il documento, firmato dai quattro consiglieri eletti (Lorenzo Rizzato, Michele Aretusini, Cristiano Corazzari e Valentina Noce), che identifica e nomina come capogruppo in consiglio comunale Michele Aretusini, già consigliere nella passata amministrazione e già vicepresidente della Provincia. “La Lega ci sarà e sono fiero di poterla rappresentare in consiglio - commenta Aretusini - Noi saremo sempre al fianco dei cittadini e lavoreremo dai banchi dell’opposizione per loro”.

Nessuna richiesta e nessuna rivendicazione dal gruppo che si dissocia dalla richiesta di Monica Gambardella, l’ex candidata sindaco che qualche giorno fa rivendicò per la minoranza il ruolo di presidente del consiglio. Mai concesso nella storia. Anche in casa Pd si pensa all’organizzazione in consiglio. E pare, almeno così trapela dagli ambienti dem, che si stia riflettendo sull’assegnazione a Graziano Azzalin del ruolo di capogruppo del Pd e a Nadia Romeo di quello di presidente del consiglio. Sarà il consiglio, però, a decidere con il voto.

E per quanto riguarda la giunta ormai la composizione è chiara anche se per l’ufficialità bisognerà attendere lunedì con il decreto di nomina. Ufficialità della quale qualche futuro assessore, o meglio, gli ambienti che li circondano, non stanno tenendo in conto. Dopo la gaffe di venerdì con una nota ufficiale del Comune che attribuiva il ruolo di assessore allo sport ad Erika Alberghini, ieri anche la grande festa all’ordine degli assistenti sociali del veneto che onoravano con fiori e bigliettini la loro presidente, Mirella Zambello, perché “nominata assessore ai servizi sociali”. Anche se, ripetiamo, non esiste alcun decreto di nomina. Ma, d’altronde, non considerare la squadra dei futuri assessori già certa, a questo punto, sarebbe solo pura e semplice scaramanzia.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl