you reporter

POLIZIA POSTALE

Vacanza senza truffa? Si fa così

Polizia postale, Subito.it e i Consumatori lanciano la guida con i consigli utili per difendersi

Vacanza senza truffa? Si fa così

I consigli della polizia postale

Prenotare una casa vacanze sapendo di potere distinguere tra offerte vere e truffe altrettanto vere, ma molto meno rilassanti. Ora, è possibile, grazie alla polizia di Stato. E grazie anche alla collaborazione con Subito, piattaforma numero 1 in Italia per vendere e comprare, con oltre 11 milioni di utenti unici mensili, che insieme a Polizia Postale e delle Comunicazioni e Unc - Unione Nazionale Consumatori

“Il numero delle segnalazioni e denunce ricevute nell’anno corrente, oltre un centinaio - spiega la polizia postale - sommato a quello delle persone arrestate e denunciate ha richiamato l’attenzione della Polizia Postale e delle Comunicazioni che ha potenziato ogni utile strumento per indirizzare l’utenza ad un uso consapevole della rete e dei pagamenti online e contrastare nel contempo le truffe messe in atto sul web”.

“Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un aumento dei consumatori che scelgono di prenotare online le case vacanze per il periodo estivo - afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori - Il problema è che non sempre le sistemazioni si rivelano all’altezza delle aspettative: in alcuni casi si tratta di disservizi fastidiosi ma che non compromettono la vacanza, in altri di vere proprie truffe”.

Nasce quindi una guida di otto regole per evitare truffe.

Occhio alle immagini. Per verificare la coerenza e veridicità tra immagini e case, utilizzare un motore di ricerca web di immagini su cui caricare le foto presenti nell’annuncio e controllare che non si tratti di foto da repertorio.

Descrizione dell’immobile. Per capire se l’immobile e la zona (distanza dal mare, posizione centrale…) corrispondono alla descrizione fatta nell’annuncio, cercare la strada indicata sulle mappe disponibili nel web e visualizzarlo tramite satellite.

Contattare l’inserzionista. Per conferme ulteriori, prendere contatto con l'inserzionista tramite la chat della piattaforma, chiedere informazioni e foto aggiuntive sull'immobile.

Prezzo dell’immobile. Per capire se un prezzo è alto, basso o adeguato è opportuno fare una ricerca sulla zona tramite la piattaforma in cui è presente l’annuncio, utilizzando anche un motore di ricerca e controllando se il prezzo non è troppo basso.

Incontro con l’inserzionista. Per verificare che tutto sia regolare, incontrare ove possibile l’inserzionista per una visita della casa e per consegnare l’importo.

Caparra. La richiesta di una caparra è legittima, purché non superiore al 20% del totale.

Documenti. Non inviare documenti personali: carta d'identità, patente o passaporto non devono mai essere condivisi in quanto potrebbero essere utilizzati per fini poco leciti.

Pagamenti. Effettuare pagamenti solo su Iban o tramite metodi di pagamento tracciato, l'Iban bancario deve essere riconducibile a un conto corrente italiano che è possibile verificare tramite strumenti come Iban calculator.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl