you reporter

Economia

L’inflazione si mangia 37 milioni

L’erosione dei conti correnti dei polesani: una vera e propria “tassa occulta”.

L’inflazione si mangia 37 milioni

In un solo anno l’inflazione si è portata via ben 37 milioni di euro dei polesani. Sono i soldi che i residenti in provincia di Rovigo hanno depositato in banca e che sono stati erosi della perdita di potere d’acquisto della moneta.

Secondo Bankitalia, al 31 dicembre scorso, i polesani, tutti insieme, potevano contare su 5,3 milioni di euro di depositi. Ma questi soldi valevano 37 milioni di euro meno dell’anno prima, proprio a causa dell’inflazione e del conseguente aumento dei prezzi.

A dirlo è uno studio condotto da Fabbrica Padova, l’ufficio statistico della Confapi padovana, associazione delle piccole imprese. Secondo cui tenere i soldi parcheggiati in banca è una scelta che costa.

Eppure, a dispetto dei tassi zero che, negli ultimi anni, hanno determinato rendimenti nulli per i conti correnti, i risparmiatori italiani continuano a mantenersi liquidi. Vale a Rovigo come in Veneto e su scala nazionale. Sono sempre di più i risparmiatori che continuano a tenere il denaro fermo in banca, sul conto corrente “senza tener conto in primo luogo - dicono da Fabbrica Padova - di quella sorta di ‘tassa occulta’ chiamata inflazione”.

Il servizio completo e tutti i dati sulla Voce in edicola lunedì 24 giugno.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl