you reporter

la segnalazione

Cani aggressivi liberi nei parchi: rabbia tra ciclisti e pedoni

Tante le testimonianze di aggressioni tra ciclabili e spazi verdi

Ragazza azzannata da un cane mentre è in spiaggia

Cani sciolti che mettono a rischio l’incolumità di pedoni e ciclisti: aumentano le segnalazioni di cittadini arrabbiati per il comportamento di incoscienti proprietari di cani che si aggirano tra parchi pubblici e ciclabili della città. Una grido d'allarme comune, che arriva sia da chi i cani li teme sia da chi, generalmente, i cani li ama, comunque essi siano. Perché comunque anche a chi i cani piacciano molto, vedersi arrivare un “bestione” addosso non fa certo piacere.

E quello che più di ogni cosa lamentano i cittadini - oltre chiaramente alla mancanza di rispetto dei proprietari - è che nessuno intervenga. Nonostante le segnalazioni, infatti, la polizia rimanda ai vigili che, però, sono davvero pochi e presidiare i parchi per fare multe ai padroni di cani non è esattamente tra le loro priorità. Dopo la segnalazione dei residenti di città Giardino aggrediti davanti a casa, sono in tanti ad essersi fatti avanti per segnalare situazioni molto simili.

“Frequento sempre la pista ciclabile Baden Powell e di mattina la trovo piacevole e sicura - commenta una ragazza - Tranne quando incrocio un uomo sulla quarantina, piuttosto rude, che si diverte a passeggiare con un cane tipo pitbull senza guinzaglio, in zona città Giardino. Più di una volta, nonostante l’uomo non mi ispiri fiducia, gli ho chiesto di tenere il cane al guinzaglio. Non sai mai se scappare o se stare ferma, che reazione abbiano questi cani di grossa taglia. Il padrone mi ha anche risposto male, come a sfidarmi. Un paio di volte ho segnalato lo spiacevole incontro al 113, che mi ha dirottata alla polizia locale. Fortunatamente non è mai successo niente, ma ne hanno sempre risentito le mie coronarie”. “Ammetto di aver paura dei cani, ma anche se non ce l’avessi questi proprietari non si rendono conto che sono pericolosi anche per loro stessi - commenta una donna - Ne incrocio purtroppo sempre tanti sciolti che mettono in pericolo i ciclisti oltre che loro stessi”. “Sono stato aggredito non molto tempo fa mentre passavo in bicicletta - racconta un uomo - Ero a Parco Cibotto in Commenda dove decine di cani vengono lasciati liberi dai proprietari impedendo e rendendo rischioso il passaggio delle persone sia a piedi che in bicicletta. Ho provato a dire in più occasioni a queste persone di tenere i cani al guinzaglio ma addirittura oltre a non farlo quando passi ti guardano con aria di sfida e provocazione. Ma i vigli dove sono? Esiste un regolamento ben visibile all'ingresso del parco. Ma chi è che deve farlo rispettare?”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl